La seconda gara del TrofeoKTM si è svolta a Pennabilli, antica cittadina della Val Marecchia, capace di stupire per la propria bellezza e per il grande entusiasmo che tutto il paese ha mostrato nei confronti dell’invasione arancione.

PRESENZE RECORD - In effetti è stata davvero un’invasione, perché i 255 partecipanti (nuovo record, 3 in più rispetto a Portoferraio) avevano tutti il giusto seguito di famiglie e amici, tanto da riempire e mettere quasi in crisi locali e alberghi. Devo inoltre dire che la qualità di albergo e ristoranti in cui sono capitato è nettamente alta per un paese così arroccato sulle colline, non me lo sarei mai aspettato! Contrariamente a quelle lunghissime della prima gara, questa volta le pratiche burocratiche del sabato per iscrizioni e verifiche tecniche sono state tra le più rapide mai viste. Bravi!

PERCORSO GIUSTO - Il notevole lavoro della nutrita crew del motoclub Acerboli ha permesso di avere un tracciato tra i più belli e impegnativi delle ultime edizioni, con personale sul percorso sempre molto attento ai pareri dei piloti. Quarantacinque km, due controlli orari, 2 ore e 10 minuti per giro, pochi tratti polverosi, un po’ di asfalto giusto per riprendere energie e tanto sottobosco di quello umido e molto scivoloso. Questo chiamasi percorso di vero enduro e a questo proposito va fatto un complimento ad Omar Fantini, comico presentatore dei canali Cielo e TV8, che in qualità di apripista e neofita endurista è riuscito a compiere un giro.

TEMPORALE DECISIVO - Il corto e poco scorrevole cross test da circa 3 minuti (con ampia vista su San Marino) non ha fatto tanta differenza come invece la lunga e impegnativa prova in linea da 6/7/8 (a seconda del pilota) minuti che, tra lunghe salite e scivolose discese, è risultata decisiva per la classifica. A creare scompiglio ad inizio terzo giro ci ha pensato un forte temporale, che ha fatto la doccia a quasi tutti. Beati i primi a partire, che non hanno preso acqua, perché per chi seguiva (me compreso) era in attesa un sottobosco reso via via sempre più difficile dalla pioggia. Moto ferme con motori fumanti sotto la pioggia battente e mascherine appannate dai respiri affannati di chi spingeva. Queste le scene quasi dantesche per chi “c’era” su quel terreno dove era ormai difficile anche stare in piedi per spingere la moto. Bravo chi non ha mollato e ha proseguito, bravissimo chi è riuscito ad arrivare in tempo al controllo orario percorrendo il giro completo! 

Alla fine ci sono stati 49 ritirati e spero nessuno di loro si faccia intimorire per la prossima gara, che partirà da Farini sui colli piacentini il 29 Maggio. Sarà tracciata personalmente Gigi Bianchetti, il supervisor di ogni tracciato del trofeo, che ci ha già promesso un tracciato super!! La speranza è anche quella disegnare un nuovo record di partecipanti, non mancate!

Nell’assoluta Robert Malanchini ha la meglio su Federico Mancinelli e Fabio Milani.

Classi
Super: Malanchini, Mancinelli, Marconato
E1 2T: Marchetti, Ferri, DeVecchi
E1 4T: Milani, Iozzelli, Carrara
E2: Bichicchi, Giovanardi, Rimini
E3: Muccioli, Dal Pezzo, Mazzoleni
Freeride: Lano, Tamiatto, Gragnani
Epoca: Stragliotto, Cambianca, Molteni
Iron/Gentlemen: Rastelli, Terruzzi, Zanetti