E’ iniziata sabato scorso con la cerimonia di apertura a Brive la Gaillarde, in Francia, la 92° edizione della Sei Giorni di Enduro. La tradizionale sfilata delle nazioni ha visto protagonisti gli oltre 650 piloti iscritti alla competizione, si è svolta lungo le strade del centro cittadino ed è terminata davanti al teatro di Brive. La manifestazione entrerà nel vivo con la gara, che andrà in scena da oggi 28 agosto fino a sabato 2 settembre.

LA NAZIONALE ITALIANA - Applaudita la nazionale italiana al momento della presentazione, quando i piloti azzurri hanno risposto con entusiasmo agli incitamenti del pubblico. Andrea Verona, laureatosi Campione del Mondo Enduro Youth poco più di un mese fa, è stato il nostro portabandiera e stamattina è partito dal paddock per correre una FIM ISDE che  promette spettacolo.

Con 67 piloti al via, l’Italia è il Paese più rappresentato alla Sei Giorni dopo i padroni di casa francesi. Oltre alle squadre nazionali del FIM World Trophy, del FIM Junior World Trophy, del Women’s World Trophy e del Moto Club Italia, si presenteranno al via altri 17 sodalizi italiani: i Moto Club Pavia (che schiererà una squadra Senior e una Junior),  Intimiano Noseda, Costa Volpino, Ardosa, Parini, Pino Medeot Gorizia, Broncino, RS77, Civezzano, Manzano, Factory ASD, Fast Team, Alta Val Trebbia, Montefeltro, Scuderia Dolomiti, Rallo e Albatros.

IL PROGRAMMA - Nei primi due giorni della Six Days gli atleti affronteranno un Enduro Test (la seconda Speciale) e quattro Cross Test. Partenza del primo pilota alle 8.00 e pre-finish alle 15.35. Nel Day 3, partenza del primo atleta prevista alle 8.00 e arrivo al pre-finish alle 15.40 dopo cinque Cross Test. Altrettanti saranno quelli delle ultime due giornate, con prima partenza alle 8.00 e arrivo al pre-finish alle 15.15. 

HANNO DETTO... - La cerimonia di apertura è stata emozionante e in questa settimana di preparazione tutto si sta svolgendo al meglio", ha commentato Cristian Rossi, Commissario Tecnico FMI e Team Manager Moto Club Italia. "Il gruppo è molto unito e davvero motivato. Per quanto concerne il Moto Club Italia, due giovani veloci come Emanuele Facchetti e Lorenzo Macoritto avranno come riferimento un pilota di grande esperienza come Manuel Monni”.

“I ragazzi del Trofeo sono molto carichi, per questo sono fiducioso", ha aggiunto Alex Zanni, Team Manager Maglia Azzurra FIM World Trophy. "E’ indicativo il fatto che tutte le squadre abbiano voluto vedere le Prove Speciali molte volte; il fondo delle stesse inoltre si adatta bene alle caratteristiche di guida dei nostri piloti”.

“I giovani arrivano da una stagione molto positiva e vorranno dimostrare ancora le loro qualità", ha detto Andrea Balboni, Team Manager Maglia Azzurra FIM Junior World Trophy. "La Sei Giorni è lunga, quindi bisognerà gestire al meglio la competizione in ogni suo aspetto”.

IL FEMMINILE - “Voglio sottolineare l’unione della squadra femminile. Le ragazze sono tranquille, affronteranno la Six Days in sella a delle moto 125 cc, la cilindrata ideale per loro”. ha commentato Mario Rinaldi, Team Manager Maglia Azzurra FIM Women’s World Trophy.