Sin da giovane Dario Agrati ha fatto dell’enduro la sua vita. Prima pilota amatoriale e poi giornalista e fotografo del mondo delle due ruote, nel marzo 1977 scrive il primo reportage per il settimanale Motosprint. Dopo due anni di pratica seguendo i campionati italiani cadetti e junior di enduro e motocross, e alcuni servizi all'estero sui giovani dell'enduro italiano, dal 1979 è l'inviato all’enduro nazionale e internazionale per Motosprint.

A 40 anni dal suo primo pezzo Dario Agrati, che molti definiscono “l’uomo dell’enduro”, ha festeggiato i suoi quattro decenni di passione per il fuoristrada mercoledì 8 novembre con una serata speciale alla Rinascente di Piazza Duomo a Milano.

L’Enduro in centro città - Un evento speciale, che ha portato per la prima volta l’enduro fuori dal suo abituale contesto, in una location suggestiva, elegante e raffinata, in contrasto con un’accattivante esposizione di tre moto “sporche di fango” protagoniste di questa stagione: la Honda CRF 250R Enduro del vice campione mondiale Davide Soreca, l’Husqvarna TE 300 2T del Campione Italiano Thomas Oldrati e la KTM 300 EXC del pluricampione mondiale Christophe Nambotin.

Davanti ad un pubblico appassionato Dario ha presentato la 27esima edizione del suo libro, Off Road Champions, inaugurando anche la mostra fotografica “1977 > 2017. 40 anni di passione”: 40 scatti che raccontano l’enduro di ieri e di oggi “Perché non c’è modo più bello di raccontare la propria passione se non attraverso una fotografia”.

I piloti – Alla serata sono stati presenti numerosi personaggi del mondo del motociclismo, campioni del mondo, team manager, piloti di ieri e di oggi come Thomas Oldrati, Davide Guarneri, Brad Freeman, Matteo Cavallo, Deny Philippaerts, Giovanni Sala, Andrea Verona, Brad Freeman e tanti altri.

Anche il nove volte Campione del Mondo di Motocross Tony Cairoli ha voluto salutare Dario Agrati. 

La mostra fotografica e le moto in esposizione sono state in Rinascente, per tutta la settimana di EICMA.

 “Voglio prima di tutto ringraziare Rinascente e Tommaso Radice per questa bellissima opportunità”, ha detto Dario Agrati. “Aver celebrato insieme ai piloti, ai colleghi e al pubblico il mio 27esimo libro e i miei 40 anni nell’enduro è un’emozione forte. È una storia fatta di passione, condivisione e dedizione: per me è sempre stato importante raccontare le gare, le sfide, le vicende di quelli che per me sono non solo semplici piloti, ma grandi eroi, e far conoscere a tutto il mondo le loro imprese attraverso le mie foto”.

Un libro per l’Enduro - Il volume, giunto alla sua 27esima edizione, sarà disponibile da fine novembre: 232 pagine con immagini inedite e testi in italiano e inglese che raccontano i momenti salienti del Campionato Mondiale EnduroGP, dei Campionati Assoluti Italia, della Sei Giorni, dei protagonisti della stagione e i campioni.