La Sei Giorni di Enduro si appresta a vivere la sua prossima edizione dall’11 al 16 novembre in Portogallo, ed è stata presentata proprio nei giorni scorsi in occasione della tappa portoghese del mondiale Superbike, alla presenza del Presidente della FIM Jorge Viegas.

Ma intanto, si pensa già alla Sei Giorni di Enduro 2020, che si disputerà in Italia (leggi qui), con il supporto di enti ed istituzioni importanti,  tra cui Regione Lombardia. Il pool formato dal Moto Club Vittorio Alfieri e dal Moto Club Pavia, con il supporto della FMI e la collaborazione di altri sodalizi, sta già delineando le caratteristiche della gara, che era stata inizialmente prevista dal 24 al 29 agosto. Federmoto, però, ha appena annunciato di averla posticipata di una settimana: la FIM ISDE 2020 si terrà dunque da lunedì 31 agosto a sabato 5 settembre.

UN LAVORO DI SQUADRA - La decisione è stata presa per armonizzare al meglio lo svolgimento della competizione con le esigenze del territorio, mentre si tracciano sulla cartina ed in campo i percorsi delle cinque tappe enduristiche che interesseranno l’Oltrepò Pavese e la Val Curone.

Sappiamo quanto sia impegnativo organizzare una Sei Giorni e fare in modo che si disputi nel periodo migliore è fondamentale sia in termini sportivi che di accoglienza di atleti, addetti ai lavori e appassionati”, ha detto il Coordinatore del Comitato Enduro FMI, Franco Gualdi. Fino ad oggi i Moto Club organizzatori hanno svolto un ottimo lavoro riuscendo a coinvolgere enti ed autorità locali. Sono certo che continuando a collaborare tutti insieme in questa direzione, la Sei Giorni 2020 sarò di alto livello da tutti i punti di vista”.

LE ISTANZE DI TUTTI - “Nei numerosi incontri cui abbiamo partecipato in questi mesi abbiamo ascoltato le varie istanze del territorio”, aggiunge Giorgio Bandoli, presidente del MC Alfieri e membro del Comitato Organizzator. In accordo con la FMI, abbiamo ritenuto opportuno spostare di sette giorni l’evento anche per non sovrapporci al classico periodo delle vacanze d’agosto che vede già impegnate le strutture alberghiere con i turisti abituali. Ringraziamo la Federazione Motociclistica Internazionale per aver accolto la nostra richiesta e la gestione dell’aeroporto di Voghera-Rivanazzano Terme, sede dei paddock, che pur dovendo modificare la programmazione degli impegni a calendario ci ha concesso questa opportunità”.

ARRIVA FX ACTION - Un’altra notizia importante sotto il profilo organizzativo riguarda l’accordo siglato con la società FXAction, promoter FMI del tricolore Motocross Prestige e altri campionati offroad, cui è stata affidata la gestione tecnica della giornata finale sull’impianto di Ottobiano Motorsport.

“E’ un onore far parte della macchina organizzativa di una Sei Giorni che si preannuncia così importante”, ha detto Roberto Bianchini di FXAction. “Quello di Ottobiano è un impianto dove abbiamo gestito numerose gare, ma il round finale di un evento così grande ci spingerà ancor di più a produrci con ogni sforzo ed il massimo entusiasmo”.

GLI EVENTI SUL TERRITORIO - Si sta intanto delineando anche il programma degli eventi collaterali alla FIM ISDE 2020: su questo versante gli organizzatori prevedono un calendario di manifestazioni, non solo motociclistiche, che coinvolgeranno il territorio e includeranno le eventuali proposte di organizzatori locali che vorranno aderire. Un calendario di respiro internazionale per un periodo di avvicinamento di due mesi, a partire da luglio 2020 e fino al termine della gara, che sarà contraddistinto dal brand Italia2020. I moto club, le associazioni, gli enti, le pro-loco e gli altri possibili promotori interessati a inserire nel calendario Italia2020 le loro iniziative possono scrivere a eventi@isde2020.it o telefonare al numero 377.0858819.