La prima giornata del GP del Trentino di Motocross, ad Arco di Trento, regala una qualifica MXGP combattuta e spettacolare. A scattare in testa al via della qualifica è Antonio Cairoli, nonostante il decimo tempo nelle cronometrate, e subito ad inseguire Ryan Villopoto e Gautier Paulin. Al quarto giro Paulin sorpassa Villopoto e si porta in seconda posizione. Ma a tre quarti di gara arriva l’errore di Paulin che scivola, e subito dopo è il turno di Cairoli. La manche va nelle mani di Villopoto, davanti a Bobryshev, Cairoli e Paulin, ma anche lo statunitense dopo solo due giri scivola e lascia via libera a Bobryshev (Honda) che va a raccogliere la sua prima pole in carriera. Secondo è Cairoli (KTM), poi Paulin (Honda), Villopoto (Kawasaki) e Febvre (Yamaha). Diverse altre le cadute, tra cui quella che ha coinvolto Desalle e Rattray. Desalle è ripartito mentre il sudafricano potrebbe aver riportato un infortunio alla spalla. Tredicesimo David Philippaerts (Yamaha), quindicesimo Davide Guarneri (TM), mentre Alessandro Lupino è caduto e si è fermato. Nella MX2 quarta pole position, su quattro, per il solito Jeffrey Herlings, stavolta davanti a Tim Gajser, autore di una grande rimonta, Jordy Tixier, Dylan Ferrandis e Valentine Guillod. Diciannovesimo Ivo Monticelli, partito nelle retrovie.

Stefano Taglioni