I protagonisti del mondiale di motocross di domani si sono confrontati sul tracciato russo di Orlyonok per il "mondialino", ovvero le classi Junior 125 e 85, disputati in prova unica con due manche.

Con la pista resa insidiosa dalla pioggia del giorno precedente, i giovanissimi talenti hanno avuto una difficoltà in più nella lotta per la conquista del loro primo titolo.

Nella classe Junior 125 l'olandese Roan van de Mossdijk ha dominato le qualifiche e in gara 1 è stato imbattibile, piazzandosi davanti al belga Jago Geerts e al pilota della Repubblica Ceca Jakub Teresak In gara 2, però, Geerts si è imposto con oltre 7 secondi di vantagfio su Van De Moosdijk, con Jakub Teresak ancora una volta sul terzo gradino del podio. A parità di punti,  Jago Geerts ha vinto il titolo su Van De Moosdijk avendo conquistato il successo nella seconda frazione di gara.

Nella classe cadetta, la Junior 85, l'ex campione europeo della 65cc Kay Karrsemakers ha siglato l'holeshot, ma a dominare entrambe le manche è stato l'austriaco Rene Hofer, che si è piazzato davanti all'estone Meico Vettik e al russo Maksim Kraev in gara 1 e davanti al giapponese Jo Simoda e al russo Svyatoslav Pronenko in gara 2.

Insieme al mondiale Junior si è disputato anche il campionato europeo 65cc, pure in prova unica, che ha visto la vittoria del russo Kirill Vorobyev.