"Peccato che il meteo non ci abbia dato tregua perché la pista poteva essere bella ed un pubblico così numeroso e caloroso avrebbe meritato uno spettacolo diverso", così Antonio Cairoli commenta il GP d'Indonesia, secondo appuntamento del mondiale di Motocros, che lo ha visto concludere in quarta posizione. Un piazzamento che gli consente comunque di mantenere la tabella rossa di leader del campionato.

Le condizioni meteorologiche da diverse settimane erano avverse e la pioggia ha continuato a cadere almeno una volta al giorno fino al sabato, così, nonostante il duro lavoro delle centinaia di addetti alla pista, non è stato possibile disputare interamente il programma del sabato, che è stato cancellato dopo le prove libere del mattino, usando i tempi come griglia di partenza per le gare della domenica. Dopo una partenza non delle migliori dal quarto cancello, Antonio Cairoli è transitato con la sua KTM 450 SX-F sul traguardo del primo giro in decima posizione, uscendo successivamente dalla top ten.

UN RISULTATO POSITIVO - Gara due è stata invece cancellata a causa delle condizioni meteorologiche difficili, con la caduta di abbondanti precipitazioni sub equatoriali.

"In gara uno sono partito così così, poi durante il primo giro sono stato attento a dove mettevo le ruote, cercando di evitare i canali più profondi e le trappole create dal fango, perdendo però diverse posizioni. Poi, quando ho trovato il ritmo giusto, tra sorpassi e ritiri, sono riuscito a rimontare fino alla quarta posizione finale, che è un risultato positivo per il campionato", spiega Tony Cairoli.

"Sono contento per il bel podio ottenuto dal mio compagno di squadra Glenn (Coldenhoff, ndr) che ha terminato secondo e che sta ottenendo frutti per il duro lavoro che sta facendo insieme a me. Non vedo l’ora di andare in Argentina per la prossima gara su una delle mie piste preferite, dove incontrerò il pubblico sudamericano", conclude Cairoli.

Il prossimo appuntamento con MXGP sarà nel weekend del 19 marzo, in Patagonia, a Neuquen.