La gara di Riola Sardo, in provincia di Oristano, rappresenta la prima tappa degli Internazionali d’Italia Motocross 2019, e segna non soltanto il ritorno alle competizioni nel Continente europeo ma anche alcuni importanti debutti per piloti che si troveranno per la prima volta in gara in sella alla nuova moto. 

In pista anche il trio delle meraviglie del Cross delle Nazioni di Red Bud, con Tony Cairoli, Alessandro Lupino e Michele Cervellin che dopo aver portato in patria l’argento dagli Stati Uniti, saranno impegnati nelle tre prove degli Internazionali d’Italia. Non ci sarà subito la rivincita tra Cairoli e Jeffrey Herlings, così come non ci sarà nel weekend successivo a Ottobiano: l'olandese iridato della MXGP dovrebbe presentarsi per l'ultima tappa, il 10 febbraio a Mantova. Ci sarà invece l'altro campione del Mondo, Jorge Prado, iridato della MX2. 

L’appuntamento è per il weekend sul circuito “Le Dune” di Riola Sardo, per scoprire chi sarà il protagonista della settima edizione della gara, soprattutto contando che il numero di piloti in grado di dare l’assalto al podio è sempre elevato, vista la presenza di tanti piloti iridati al via della prima gara dell’anno.

Per chi non potrà seguire dal vivo i propri idoli in pista, ci sarà la diretta streaming dalle ore 13.15 su www.offroadproracing.it. Sono anche programmati servizi in post produzione su RAISport (tre puntate, ciascuno di 60’ il mercoledì alle ore 18:50) e su Eurosport.

MX1 - Tra i debutti, spicca quello sulla Husqvarna FC 450 di Arminas Jasikonis, passato al team Rockstar Energy Husqvarna Factory, mentre, a causa di una bronchite, è rimandato quello di Jeremy Seewer in sella alla YFZ 450 del team Monster Energy Yamaha Factory di Michele Rinaldi. Il pilota svizzero dovrebbe comunque essere in pista a Ottobiano. Torna in blu Gautier Paulin, che è in cerca di riscatto sulla Yamaha del team Monster Energy Wilvo MXGP; anche per il suo connazionale Benoit Paturel si tratterà di esordire su una nuova moto. Il transalpino sarà alla guida della Kawasaki KXF 450 del team Gebben Van Venrooy Kawasaki. 

MX2 – Ci sarà il debutto dei due nuovi acquisti del team Honda 114 Motorsport gestito dalla campionessa del mondo Livia LancelotPichon e Evans esordiranno nella squadra francese. Per Zachary, figlio del pluri-iridato Mickael Pichon, si tratterà di capire se potrà raccogliere i frutti degli insegnamenti paterni, mentre sarà interessante osservare all’opera l’australiano Evans, dopo le belle cose fatte vedere in America a settembre in occasione del Cross delle Nazioni, quando sorprese contribuendo al quarto posto assoluto dell’Australia. Debutto in sella alla Yamaha YFZ 250 del team Yamaha Ghidinelli per Samuele Bernardini, che torna alla moto giapponese dopo una lunga permanenza in TM. 

La prima gara dell’anno sarà importante anche per due dei più promettenti talenti Azzurri che sono passati quest’anno a gareggiare con una quattro tempi: Mattia Guadagnini, che sarà in sella all’Husqvarna FC 250 del team Maddii, e Emilio Scuteri che guiderà la KTM 250 SX F gestita dal Team Celestini Junior.