Clement Desalle è tornato: il belga della Kawasaki ha confermato il suo splendido stato di forma con la seconda vittoria consecutiva. Dopo il successo al GP di Francia, Desalle si è affermato anche nel fango del GP di Orlyonok, in Russia, decima tappa del Mondiale di Motocross. Una gara da ricordare per le condizioni davvero difficili.

Con il terzo posto in gara1 e la vittoria in gara2, Desalle si è reso imprendibile per chiunque. E con 45 punti in più adesso è balzato al secondo posto in classifica di campionato, alle spalle di Tony Cairoli, che in Russia si è piazzato quinto.

"Sono andato davvero molto bene e mi sono trovato ottimamente sulla moto", ha detto Desalle nella conferenza stampa. "Mi sono concentrato su me stesso e ho cercato di stare calmo e finalmente ho vinto la gara e il GP. E' molto bello conquistare il secondo GP consecutivo e continuerò a lavorare per fare sempre meglio. Siamo qui per avere queste sensazioni".

Quarto podio negli ultimi 5 GP per Jeffrey Herlings: il pilota della KTM ha mancato di poco l'holeshot in gara1 e si è piazzato in sconda posizione nella prima metà della gara prima di andare al comando conquistando la vittoria. In gara2 invece  caduto alla prima curva. Ripartito, è caduto ancora: l'olandese è notoriamente in difficoltà sui terreni fangosi ma la combinazione della vittoria in gara1 e dell'ottavo posto in gara2 lo piazzano secondo assoluto.

Terza posizione di giornata per Gautier Paulin: l'alfiere dell'Husqvarna ha colto un quinto posto in gara1 e un terzo in gara2.

Alle spalle di Max Anstie si è piazzato il leader della classifica generale: Antonio Cairoli, autore di un ottimo secondo posto in gara1 ma di un deludente nono in gara2".

Seco Romain Febvre su Yamaha.

MX2 - Nella classe cadetta il pilota KTM Pauls Jonass ha dimostrato che la consistenza è la chiave del successo: con un secondo e un terzo posto ha conquistato infatti la vittoria assoluta.

Seconda posizione per Jeremy Seewer, che ha preceduto Brian Bogers.