Stefan Everts ha vinto dieci titoli mondiali e 101 Gran Premi e si è affermato per cinque volte nel Motocross delle Nazioni. Nel Supercross americano, invece, la leggenda è Ricky Carmichael, che non a caso è stato soprannominato “The GOAT”, ovvero The Greatest of All Times: il più grande di tutti i tempi. Del resto, ha conquistato sette volte il titolo AMA Motocross 450 e 5 volte l’AMA Supercross 450, e ha vinto il Motocross delle nazioni nel 2000, nel 2005 e nel 2007.

E proprio alla prossima edizione del Motocross delle Nazioni Carmichael e Everts saranno presenti insieme. Questa volta come spettatori. Ad annunciarlo è Youthstream, che organizza l’evento internazionale, oltre a tutto il Mondiale di Motocross.

Il Motocross delle Nazioni sarà nel weekend del 30 settembre/1° ottobre sul circuito inglese di Matterley Basin. “Quando ho corso lì nel 2006, mi sono trovato davanti al pubblico più numeroso che avessi mai visto in Europa”, ha detto Everts. “E’ sempre bello tornare a Matterley Basin perché è uno dei circuiti più belli, insieme a quello dell’Argentina. Vedi tutta la pista, che è spettacolare per il pubblico ma anche per i team. Sarà interessante vedere come andrà. Abbiamo piloti completamente diversi rispetto al mio ultimo round, e sono curioso di vedere anche il pubblico, speriamo che sia numeroso come allora”.

ATTESI GLI HOT LAP - Per Carmichael sarà il primo Motocross delle Nazioni degli ultimi dieci anni.

“Sono molto emozionato di tornare. La mia ultima gara al Nazioni è stata nel 2007”, dice Carmichael. “E mi fa piacere tornare nel Regno Unito. E’ sempre molto divertente. Sono molto emozionato all’idea di vedere tutti i fan e di passare del tempo con loro, e forse fare qualche hot lap con Stefan Everts per tutti i fan. Dovrebbe essere molto divertente. Non vedo l’ora”.

Se avete in programma di andare al Motocross delle Nazioni, dunque, non meravigliatevi se vi imbatterete in migliaia di spettatori, e se vedrete l’americano Carmichael e il belga Everts insieme: staranno sicuramente chiacchierando dei vecchi tempi mentre guarderanno le gare, proprio come tutti gli altri appassionati.