Una vittoria e un secondo posto a testa nel round di apertura in Argentina: Jeffrey Herlings e Tony Cairoli approdano sul circuito olandese di Valkenswaard in parità assoluta, con il pilota di casa che compare in testa alla classifica di campionato soltanto perché ha conquistato la vittoria nella seconda gara e il regolamento impone che in caso di parità questa discriminante comporti un vantaggio. Archiviata l’Argentina, ora il mondiale di Motocross si prepara ad affrontare l’Europa, partendo dalla sabbia nera del circuito di Valkenswaard. Per molti piloti sarà il primo round della stagione, e in tutto saranno ben 40 i partenti.

Al GP d’Olanda il nove volte iridato Tony Cairoli è uno dei favoriti: ha conquistato la vittoria già sei volte, cinque delle quali nella classe MXGP, ma sono passati tre anni da quando il siciliano ha calcato il primo gradino del podio. Questo weekend potrebbe essere perciò un grande ritorno. Il suo primo rivale sarà sicuramente il suo compagno di squadra Jeffrey Herlings.

Sotto la tenda Red Bull, anche l’olandese Glenn Coldenhoff, che sta cercando di riprendersi da una caduta di cui è stato vittima durante le qualifiche dl GP della Patagonia. Il pilota del team Red Bull KTM Factory Racing si prepara a disputare la gara sul circuito di casa per recuperare il buon piazzamento che gli è stato impedito dall’infortunio nel GP argentino.

Ritorno di Gajser - Valkenswaard vedrà il ritorno in sella del campione del mondo MXGP del 2015, Tim Gajser. Il pilota del team HRC è stato costretto a saltare il primo turno della stagione a causa di un infortunio a Mantova, ma è intenzionato a tornare in azione questo fine settimana. Tim Gajser sarà il primo pilota MXGP a schierarsi per il Team HRC quest'anno.

Kawasaki - Clement Desalle, alfiere del team Monster Energy Kawasaki Racing, ha iniziato la stagione 2018 con un terzo posto assoluto, e questo buon piazzamento potrebbe far sperare in un buon risultato anche sul circuito di Valkenswaard, sebbene il pilota belga non sia mai riuscito ad ottenere una vittoria sullo sterrato olandese. Sotto la tenda Kawasaki si prepara anche Julien Lieber, connazionale e compagno di squadra di Desalle, che ha raggiunto la top ten nel suo debutto in MXGP presentandosi alla nuova categoria come esordiente da tenere d’occhio.

Husqvarna - Il GP olandese sarà un’occasione di riscatto per Gautier Paulin, del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, che in Patagonia si è piazzato tra i primi dieci. Se il pilota francese sarà in piena forma, sarà un avversario temibile: del resto è stato proprio lui a vincere l'MXGP d'Europa a Valkenswaard lo scorso anno.

Yamaha - il team Monster Energy Yamaha si fregia di due personalità combattive sullo sterrato di Valkenswaard: sia il francese Romain Febvre che il suo compagno di squadra, Jeremy Van Horebeek sono infatti reduci da piazzamenti sul podio sul circuito olandese. Entrambi i piloti hanno iniziato la stagione non solo lottando sempre nelle prime linee, ma anche regalando alla Factory Yamaha due piazzamenti nella top five.

Il rookie Jeremy Seewer -  La new entry del team Wilvo Yamaha MXGP ha già dimostrato di avere la stoffa per poter competere nella classe MXGP dopo essere stato nelle prime posizioni durante il suo esordio in Argentina. Il tracciato di Valkenswaard non è una novità per Jeremy Seewer, che lo scorso anno si è piazzato secondo nel Campionato MX2.

TM - Un altro pilota veloce su questo tracciato è Max Nagl, del team TM Factory Racing, che dopo aver segnato una top ten in Patagonia con la sua nuova squadra potrebbe confermare il podio della stagione 2016.

 

Le classi EMX - Lo sterrato di Valkenswaard ospiterà anche il primo round del Campionato Europeo di Motocross EMX125 e EMX300,. Entrambe le classi EMX hanno un alto numero di partenti previsto per questo weekend: 90 in EMX125 e 50 in EMX300. Ci saranno molti nuovi nomi, ma anche ritorni del calibro di Brad Anderson e Mike Kras.