Tony Cairoli è pronto ad affrontare il GP della Svizzera, sulla terra di Frauenfeld, in programma questo fine settimana. Il nove volte iridato arriva reduce da un secondo posto sulla sabbiosa Lommel, dove le temperature hanno raggiunto i 32 gradi.

Nella prima manche della domenica il pilota del KTM Red Bull Factory Racing Team è uscito bene dal cancello e si è piazzato tra i primi cinque, conquistando il secondo posto durante il primo giro, volando sulla profonda sabbia belga, fino al traguardo.

La seconda gara è stata più difficile e Cairoli ha dovuto faticare per raggiungere il secondo posto dopo una partenza fotocopia della prima. La carenza di un allenamento intensivo sulla sabbia in tempi recenti, a causa dell’infortunio al pollice, non ha aiutato Tony nella caccia alla vittoria.

Ad ogni modo, con la sua KTM 450 SX-F Cairoli ha conquistato il tredicesimo podio della stagione, consolidando il suo secondo posto in classifica.  

IN CACCIA DELLA VITTORIA - “Nel complesso sono felice perché so che Jeffrey (Herlings, ndr) è sempre molto veloce su questo tipo di tracciato ed io invece, a causa del recente infortunio al pollice, non sono stato in grado di allenarmi sufficientemente sulla sabbia”, spiega Cairoli.

“Ovviamente so come guidare su questo tipo di terreno, ma devo dire che ho dato tutto, riuscendo ad essere più vicino lui solo nella prima manche, quando avevo più energia, ma alla fine è andata così”, aggiunge Cairoli.

In ogni caso, il secondo posto va bene, ma ci stiamo avvicinando alla fine della stagione ed abbiamo bisogno di vincere, senza però prendere troppi rischi, perché con cinque gare al termine, può ancora succedere di tutto. Il prossimo Gran Premio sarà in Svizzera, su una pista che mi piace davvero molto e spero che otterremo un risultato migliore”, conclude il pilota KTM.