Una settimana dopo la chiusura del mondiale di Motocross del Mondo a Imola, i migliori piloti si ritroveranno in America per sfidarsi in rappresentanza dei rispettivi Paesi.

Il 7 ottobre a Red Bud, negli Stati Uniti, si svolgerà infatti la competizione più attesa del panorama del Motocross mondiale: il Trofeo delle Nazioni.

L’Italia scenderà in pista con gli azzurri convocati dal Commissario Tecnico FMI, Thomas Traversini. Ufficializzati i nomi dei piloti: 

Antonio Cairoli, classe 1985, sulla KTM del team Red Bull KTM Factory Racing nella classe MXGP;

Michele Cervellin, classe 1996, sulla Yamaha del team: SM Action–MC Migliori nella classe MX2;

Alessandro Lupino, classe 1991, sulla Kawasaki del team Gebben V Venrooy Kawasaki Racing nella classe Open.

Squadra collaudata - Cairoli, Cervellin e Lupino formeranno nuovamente quella squadra che già l’anno scorso, a Matterley Basin, ha dimostrato di avere un ottimo spirito di gruppo. Tony Cairoli, nove volte campione del mondo, sarà il capitano della formazione azzurra visti i suoi titoli iridati e le dodici partecipazioni al Motocross delle Nazioni. Nel corso della stagione Cervellin e Lupino hanno dato prova di potersi inserire tra i migliori.

 “Sono fiducioso perché i ragazzi sono molto motivati e tra loro hanno un’ottima intesa, già dimostrata l’anno scorso in Inghilterra”, ha detto Thomas Traversini, Commissario Tecnico FMI. “Lotteremo con squadre davvero competitive ma anche noi potremo dire la nostra. Credo che negli Stati Uniti vedremo gare spettacolari date sia dalla particolare formula di gara della competizione che dalla conformazione della pista”.

Nella foto: Antonio Cairoli al Motocross delle Nazioni 2017.