KTM può festeggiare la doppietta alla Dakar 2017 grazie alla prestazione maiuscola di Sam Sunderland ma anche al secondo posto dell’austriaco Matthias Walkner. Il 30enne di Kochl è stato sempre uno dei più veloci in gara e alla fine si è dovuto piegare solo alla maggiore costanza del suo compagno di squadra. Un risultato che regala morale in vista dell’edizione 2018, soprattutto dopo un periodo piuttosto travagliato.

“Arrivare sul podio è stata una sensazione incredibile – spiega Walkner – un sogno che si avvera dopo un anno piuttosto “agitato” a causa di un brutto infortunio che mi ha fatto stare lontano dalla moto per oltre un anno e mezzo. Il momento più duro della gara? La decima tappa, perché sapevo che era l’ultima “tosta” e in grado di cambiare le sorti della classifica. Quando sono arrivato al bivacco, alle 6 di pomeriggio, mi sono messo a studiare il road book fino a mezzanotte: dovevo rimanere concentrato per altri due giorni, sperando di ricevere poi qualcosa in cambio. Così è stato. Stamattina, anche se ero in gara, mi sentivo come dentro ad un tunnel e da quando sono arrivato al traguardo, solo ora sto iniziando a capire… forse piangerò un po’ ma spero che questo risultato sia solo l’inizio”.

 

In collaborazione con la redazione Motori di RedBull.com


Segui la Dakar 2017 su Red Bull Tv: dal 2 al 14 gennaio, highlights, approfondimenti e speciali esclusivi