Continuano i colpi di scena nelle fasi conclusive di questa edizione della Dakar, che taglierà il traguardo sabato 20 gennaio nella città di Cordoba. In classifica generale al comando si mantiene Walkner, che però vede dimezzato il suo vantaggio. Ritiro per Barreda, che era secondo.

Undicesima tappa –Belén-Fiambalà-Chilecito km 485

La tappa numero undici della Dakar è stata una vera maratona e ha sancito la prima vittoria in questa edizione per Toby Price; l’australiano della KTM è tornato a vincere dopo il ritiro dello scorso anno, per via di una caduta.

Ma la vera rivoluzione in classifica è l’uscita di Joan Barreda: il pilota della Honda era già sofferente prima del via della gara per un problema ad un polso, e nella settima tappa si era infortunato al ginocchio sinistro. Oggi è stato costretto a dare forfait: lo spagnolo si è fermato nel centro medico di Fiambalá e non è più ripartito. Era secondo in classifica generale.

Da segnalare anche il ritiro dello slovacco Stefan Svitko, che non è partito dopo la caduta nella decima tappa.

Secondo di giornata si è piazzato l’argentino Kevin Benavides, con soltanto 1’38” di ritardo, con il francese Antoine Meo terzo a 6’31”. Quarto al traguardo l’americano Ricky Brabec, con 7’34” di distacco, mentre a completare la top five c’è l’austriaco Matthias Walkner che dopo la vittoria di ieri conduce la classifica. Walkner ha controllato la situazione, concludendo con 11’01’’ di distacco dal vincitore della giornata.

Diciottesima posizione per la spagnola della KTM Laia Sanz. Jacopo Cerutti è transitato ventesimo ed è il primo degli italiani. Venticinquesimo Maurizio Gerini.

La classifica generale - Matthias Walkner conduce con 32 minuti di vantaggio su Kevin Benavides. Sul podio virtuale c’è anche l’australiano Toby Price, che ha 39’17’’ di distacco. Quarta piazza per Gerard Farres Guell, con Antoine Meo quinto, ma a quasi un’ora da Walkner.

Laia Sanz è tredicesima assoluta, a 21’’ dalla top 10 e a 2h 34’30’’ dalla vetta.

Primo degli italiani è Jacopo Cerutti, ventesimo.