Fra i due litiganti il terzo gode: è sostanzialmente questo che è successo a Seattle, teatro della quattordicesima prova dell'AMA Supercross. Fra Eli Tomac e Ryan Dungey, testa a testa in classifica generale, si è intromesso un grintoso Marvin Musquin, che in sella alla KTM ha messo a segno la sua seconda vittoria stagionale.

E' stata una gara anomala, dove Eli Tomac è partito male e nella foga della rimonta è anche caduto, ma si è reso protagonista di un eccezionale recupero, concludendo sul secondo gradino del podio. Ma peggio di lui ha fatto il leader della classifica generale Ryan Dungey, che è stato costretto a risalire dalla diciannovesima posizione e a suon di sorpassi ha recuperato tanto, concludendo però, soltanto ai piedi del podio, alle spalle di Anderson.

AVVICENDAMENTO - Con la quarta posizione il pilota KTM è stato raggiunto da Tomac in vetta alla graduatoria del campionato. E con il fatto che Tomac ha vinto otto gare, contro le due di Dungey, la leadership passa proprio al pilota Kawasaki.

"Questa vittoria significa molto per me", ha detto Musquin. "Abbiamo lavorato duramente e questa è stata un'ottima giornata. La pista era molto dura e tecnica ed era facile sbagliare. Non sono partito benissimo e non so come sono riuscito ad andar via, ma mi sono ritrovato al comando abbastanza velocemente e poi ho soltanto cercato di guidare con costanza".

250SX - Nella classe 250SX, sono tornati in azione i piloti della Costa Ovest, con Aaron Plessinger capace di conquistare la sua prima vittoria stagionale davanti a Justin Hill, che mantiene comunque la leadership in classifica di campionato con 18 puntidi vantaggio proprio su Plessinger. Terza posizione per Mitchell Oldenburg davati a Martin Davalos e Shane McElrath, terzo in classifica generale.

Il prossimo round sarà sul circuito di Salt Lake City già il 22 aprile e sarà il penultimo per la 250 Costa Ovest, che si concluderà a Las Vegas il 6 maggio, mentre la classe regina vivrà anche l'appuntamento in New Jersey il 29 aprile.