Per il confronto conclusivo degli Internazionali Supermoto l’appuntamento è fissato sul Circuito dell’Umbria, nel weekend dell’1 e 2 settembre. Qui tutti i piloti troveranno un tracciato “nuovo”, molto veloce, dove sarà importante guadagnare una ottima prestazione già in qualifica. I titoli sono tutti da assegnare, tranne le classi Veteran e i Challenge Red Moto.

NELLA CLASSE SUPERMOTO - Dopo la splendida doppia vittoria ottenuta al Sestriere, Edgardo Borella (SWM – Team BRT) è quota 222 punti e ha conquistato la Red Plate ai danni dell’assente Marc Schmidt (SWM Team BRT), che rimane fermo a quota 209 punti. A ridosso della coppia di testa, in terza posizione con 207 punti c’è un ritrovato Elia Sammartin (Husqvarna), mentre Andrea Occhini (Honda Team L30) è quarto e la matematica gli offre ancora la possibilità di aspirare alla targa Champion 2017.

ONROAD - Anche nella Onroad i piloti rimasti in grado di aggiudicarsi il titolo sono quattro. Tra questi i più accreditati in considerazione dei punteggi attuali sembrano essere Matteo Traversa (Yamaha Extreme Team), seguito a sole 10 lunghezze di distanza da Kevin Caloroso (TM – Team Birba Racing). In terza e quarta posizione, distanziati dai primi due ma ravvicinatissimi tra loro, troviamo Kevin Vandi (Honda Team L30) e Adriano Sisti (TM Team Birba).

JUNIOR - Nella categoria riservata ai più giovani della disciplina solo due piloti sono ancora in lizza per il titolo. Si tratta di Luca Bozza (TM – Birba Racing Team), vincitore a Latina, e di Alessandro Labate (Yamaha Phoenix Racing Team), vincitore a Sestriere. Il distacco in termini di punteggio è importante, ma per entrambi non sarà fare calcoli.

CLASSE OPEN - Qui il titolo è una questione a due, con Mattia Berniga (Yamaha Extreme Team) che guida la classifica tallonato da Gioele Filippetti (TM). Situazione molto simile nella Superbiker Metzeler, dove troviamo Daniele Di Cicco (Honda) e Alberto Moseriti (Honda L30 Racing) con 2.580 in lotta per il titolo.

Nella Veteran e nei Michelin Red Challenge, invece i piloti scenderanno in pista con i titoli già assegnati: nella VTR Roberto Scarpelli (Honda), nella On Road Giuseppe Vanin, nella Supermoto Andrea Mandolini.