Il pluricampione catalano di Trial Toni Bou ha subito un grave infortunio domenica sera durante un evento di X-Trial al palazzo dello sport Antarès di Le Mans. L’impatto contro lo spigolo di un ostacolo ha interrotto la sua esibizione di trial indoor, disciplina nella quale il trentunenne ha trionfato per venti campionati mondiali consecutivi dal 2007 al 2016.

In seguito all’incidente, Toni Bou ha abbandonato l’evento ed è stato trasportato all’ospedale di Le Mans da dove, dopo i primi accertamenti, è stato traferito al Consell Català de L'Esport e alla Clinica Creu Blanca di Barcellona, nella quale il pilota catalano è stato sottoposto ad ulteriori esami che hanno confermato la prima diagnosi.

Il dottor Joaquim Terricabras ha dichiarato che nella caduta Toni Bou si è procurato la frattura dell'apofisi destra trasversale delle vertebre lombari L2, L3 e L4.

Uno stop di tre settimane - A causa della gravità delle fratture vertebrali, Il dottor Terricabras ha raccomandato il riposo da tutte le attività sportive per il pilota, affermando che è molto importante il processo di guarigione, e che sarà l'evoluzione delle fratture a determinare quando Toni Bou sarà in grado di tornare in sella, anche se è improbabile che ciò avvenga prima delle prossime tre settimane.

I tempi di guarigione implicano l’astensione del pluricampione dalle prossime prove del Mondiale X-Trial, che si terranno a Siviglia il 7 marzo e a Parigi il 17 marzo.  

Questa assenza potrebbe compromettere la corsa al titolo mondiale di Toni Bou che, attualmente, si trova al comando della classifica con 100 punti.