La terza edizione dello Yamaha VR46 Master Camp è iniziata mercoledì 10 maggio e i sei giovani "alunni" hanno preso parte al primo giorno di ‘scuola’ con un allenamento in palestra e una seduta di Flat Track sulla pista del Ranch di Tavullia.

Per Peerapong Boonlert (18 anni), Anggi Setiawan (18 anni), Shota Ite (15 anni), Muhammad Akid bin Aziz (18 anni), Brandon Demmery (19 anni) e Tomas Casas (17 anni) il grande inizio di questa possibilità formativa a contatto con i piloti della VR46 Academy ed istruttori di importanza internazionale. Una grande occasione, anche questa parte del ‘Road to MotoGP’; il progetto a largo respiro volto a lanciare nuovi campioni nel panorama motociclistico internazionale.

Gli alunni hanno iniziato con un allenamento muscolare con l’istruttore di Fisio Gym, Carlo Casabianca. Il clima perfetto e lo splendere del sole hanno fatto da cornice ad una seduta di jogging con Luca Marini e Andrea Migno e, dopo la pausa, per i ragazzi il primo contatto con la pista di Valentino Rossi.

Il pluricampione di Flat Track Marco Belli, ancora una volta come mentore dello sterrato nello Yamaha Master Camp, ha guidato i piloti sullo sterrato a bordo delle YZ250F con una serie di primi test tra birilli e prime derapate.  

“Il giorno uno è servito per capire il livello di questi ragazzi”, ha detto l’iridato nella specialità in Inghilterra e in USA. “Ora si può lavorare di più nello specifico, e la cosa buona del Master Camp è che con sei piloti è possibile dedicarsi bene ad ognuno di loro”.

Kouichi Tsuji, direttore generale Yamaha, ha commentato il Master Camp in modo molto positivo, affermando che, con questo progetto, la Casa vuole aiutare i giovani piloti a fare un passo in avanti decisivo nella loro carriera.

Peerapong Boonlert: “Un grande primo giorno. Sono molto conto di essere qui e voglio ringraziare Yamaha per questa occasione. Ieri ho avuto l’opportunità di avere come maestro Marco Belli, e credo che sia l’ottimo inizio di una esperienza che mi servirà in futuro”.

Anggi Setiawan: “Sono molto soddisfatto! È molto bello far parte di questa avventura. Incredibile per me, in Indonesia non abbiamo nulla di simile. Sono sicuro che tutto questo mi sarà molto utile per la mia carriera”.

Shota Ite: “Il programma di ieri è stato così emozionante, girare al Ranch è fantastico e sono certo che mi servirà per la mia esperienza in pista”.

Muhammad Akid bin Aziz: “Tutto novo per me, non ho mai guidato una moto di Flat Track e, per me, è stata una sorta di sfida potrò metterla in pratica in gara”.

Brandon Demmery: “Un grande momento quello in cui ho guidato al Motor Ranch con Marco Belli. Una esperienza fantastica. Ho fatto qualche errore ma domani andrà meglio”.

Tomas Casas: “Tutto fantastico, forse meglio di quanto immaginato. Voglio ringraziare Yamaha e VR46 per l’opportunità”.