Novità dall’isola delle Baleari, e più precisamente dal Tenerife, dove è in programma la realizzazione del Circuito del Motor, un autodromo con un tracciato di 4.068 metri e un rettilineo di 819 metri, su una superficie complessiva di 1.322.000 metri quadrati. Sarà realizzato secondo i parametri di Grado 1 della FIA e della FIM. Lo scorso anno, proprio di questi tempi, era stata posata la prima pietra dall’AXIA Onda Rossa SL, società  incaricata della costruzione e della gestione del circuito. Ma in questi giorni il Governo di Tenerife ha deciso di prendere in carico l’esecuzione dei lavori dell’autodromo per un importo pari a 23.600.000 Euro e la gestione avverrà mediante concessione.

SI RIPARTE CON L'APPALTO - A breve tale decisione di rescissione contrattuale verrà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale spagnola, non essendo stato possibile inoltrarne comunicazione alla Società. Non appena verrà definita la risoluzione del contratto con Onda Rossa, il Cabildo indirà una gara d’appalto per il Circuito del Motor. Il Cabildo ha precisato “che le ragioni per le quali non sono stati eseguiti i lavori quest’anno con il ritmo inizialmente previsto non sono imputabili al Cabildo, bensí all’azienda appaltatrice, a cui più volte, in sede di riunioni, il Cabildo ha richiesto di rispettare la tempistica convenuta.

TEMPI BREVI - “In questo modo, il Cabildo garantisce nella modalità più consona la costruzione del Circuito e ne riprende l’esecuzione nel più breve tempo possibile. Tale decisione, unitamente all’investimento che comporta per questo Organismo insulare, corrobora l’obiettivo da parte della massima Autorità di Tenerife di portare avanti il progetto del Circuito del Motor”.

CON L'AIUTO DI SCIACCA - Per affrontare questo compito, il Cabildo Insulare di Tenerife si avvarrà dell’ausilio di Walter Sciacca, che svolgerà in questa fase un lavoro di consulenza tecnica qualificata per questo tipo di infrastrutture con la funzione di Direttore del Circuito del Motor di Tenerife, garantendo in tal modo la proiezione internazionale del progetto e la sua più corretta esecuzione.

Walter Sciacca, che ha da sempre appoggiato l’esecuzione del Circuito, è un profondo conoscitore di circuiti: tra le sue attività, quella dell’organizzazione di eventi e prove libere moto a Vallelunga per dieci anni, e la direzione del circuito di Imola per il suo rilancio nel 2010, oltre a consulenze in autodromi in America, negli Emirati Arabi e in Malesia.