Dopo la pausa estiva i Meeting d'Epoca sono pronti a rientrare in pista a Imola, nel weekend del 2 e 3 settembre. L’Autodromo del Santerno si appresta dunque ad ospitare una delle gare più importanti del calendario Epoca della Federazione Motociclistica. Il Campionato Italiano Vintage Endurance "accoglie" in questa occasione anche la prova italiana delle European Classic Series, il Campionato continentale delle cosiddette “moto d’epoca”, costruite nel periodo compreso tra fine 1981 e fine 1985 in base alla classe considerata.

LO SPETTACOLO NON MANCA - La gara, della durata classica di 4 ore prevede  l’immancabile partenza “stile Le Mans”, il cambio piloti ed il rifornimento in pit lane, garantendo come sempre un altissimo livello di spettacolarità.  Il via sarà domenica 3 settembre alle 15:10, con arrivo previsto intorno alle 19:30.

I NUMERI - In questa categoria sono attesi 136 piloti, suddivisi su 52 equipaggi, essendo ammessi due o tre piloti per ogni moto: 24 provenienti dall’estero, che si aggiungono ai 28 abituali al Campionato Italiano. Una soddisfazione notevole per gli organizzatori, visto che nel 2015, quando la Federazione Motociclistica Italiana ha deciso di riorganizzare completamente il settore, gli equipaggi “fissi” partecipanti all’Italiano erano soltanto 8. Per l’appuntamento di Imola si prevede una presenza globale di circa 340 piloti iscritti, divisi tra Gruppo 4, Gruppo 5, Italian Cup, Trofeo Italiano Naked, Battle of the Twins, Gentlemen Cup.

IL PROGRAMMA - L’inizio delle attività è fissato già per venerdi 1° settembre, con una nutrita serie di prove libere (150 piloti iscritti), per passare poi alle prove ufficiali, alle prime due gare del sabato pomeriggio, fino alla fitta sequenza di appuntamenti della domenica.

Per ogni informazione, curiosità ed aggiornamento  è disponibile la pagina facebook “Vintage FMI”.
Per vedere in anteprima le moto dal vivo si può visitare il canale video “Vintage FMI” su vimeo.com.