Il Team Gresini apre le porte alla novità e dal 2019 farà parte del Campionato del mondo di MotoE. Questa mattina la presentazione ufficiale del nuovo progetto e del neonato Team Trentino Gresini MotoE che avrà come pilota di punta Matteo Ferrari.

LO SVELAMENTO – A Trento, oggi, nella location di Palazzo delle Albere è stata presentata questa nuova sfida alla quale il team Gresini che come partnership avrà proprio il Trentino ha aderito senza troppi indugi.

Una novità che ormai sta trovando spazio sempre più all'interno del mondo del motociclismo e che volenti o nolenti dal 2019 diventerà una vera e propria realtà con l'inizio del Campionanto mondiale di moto elettriche che avrà 5 tappe in programma e che andranno ad amalgamarsi con quelle del Campionato di Motogp. Tra queste ci saranno Jerez, Le Mans, Sachsenring, Spielberg e Misano.

IL PILOTA – Intanto, in attesa di conoscere il secondo pilota del team, ha fatto il suo ingresso ufficiale nella squadra Gresini MotoE, Matteo Ferrari, campione del CEV Moto3 nel 2012 e che attualmente corre nella categoria Superbike del CIV:”è una bellissima emozione poter partecipare a questo Campionato del Mondo. Sono motivatissimo anche perché per ovvie ragioni sarò tra i più giovani: è una bella sfida e un’opportunità importante per tornare nel mondiale con un team così importante come la Gresini Racing. La moto è ancora tutta da scoprire ma nei primi test di Jerez inizieremo a lavorare. È una grande occasione per me e farò di tutto per sfruttarla al meglio”.

PAROLA D'ORDINE ECOLOGIA – Durante la presentazione è intervenuto anche il Team Manager Fausto Gresini che da subito ha creduto fortemente in questo progetto “green”: “siamo il primo team a presentarci – ha spiegato - e credo non ci possa essere scenario migliore della provincia di Trento. È un progetto nuovissimo e sono orgoglioso di farne parte e di farlo dall’anno zero. L’ecologia è un punto fondamentale per il nostro presente e futuro. Noi come Gresini Racing siamo molto attenti a questo aspetto e vogliamo che questo Campionato cresca e che si consolidi nel futuro. Sarà per tutti una sfida completamente nuova: sono curioso di sapere come sarà questa moto, almeno tanto quanto lo è Matteo. È un pilota giovane e veloce, abituato a contesti importanti e speriamo si adatti a questa moto così diversa”.