Stefan Bradl non prenderà parte alla Otto Ore di Suzuka: ad annunciarlo è la sua squadra, il Red Bull Honda Racing Team. Lunedì mattina Stefan Bradl ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere per un'infezione ad un orecchio. A causa delle possibili complicanze di questa infezione, il team medico gli ha consigliato di non volare in Giappone. A sostituirlo sarà l'australiano Joshua Hook.

"Mi dispiace non essere alla 8 Ore di Suzuka", ha detto Stefan Bradl. "E' un evento che aspetto tutto l'anno. Purtroppo l'infezione interna all'orecchio ha portato un danno all'orecchio e al condotto uditivo e i medici hanno detto che è meglio che io non voli. 

"Ai test mi sono sentito molto a mio agio e non vedevo l'ora di schierarmi in pista per la gara. Voglio augurare a tutti i ragazzi del team e alla Honda un grosso buona fortuna per il weekend. Farò il tifo per loro da casa!" conclude Stefan Bradl.

ARRIVA JOSHUA HOOK - Sulla moto di Bradl per la celebre gara di endurance sarà l'australiano Joshua Hook: 24 anni, Hook è attualmente impegnato nella British Superbike su una Kawasaki ZX-10R. Ha corso anche nel mondiale Superbike lo scorso anno, sempre sulla Kawasaki, gestita dal team Grillini. Si è schierato nella 8 Ore di Suzuka due anni fa, sulla Honda CBR1000 RR, in squadra con Dominque Aegerter e Kyle Smith, conquistando il secondo posto.