Doppietta per l’ucraino Ilya Mikhalchik nel quinto round del campionato tedesco IDM, disputato lo scorso weekend a Schleizer.

PUFFE IN POLE - In gara1 tutti gli occhi erano puntati sull'eroe locale Julian Puffe: il 23enne pilota su BMW è approdato sulla pista di Schleizer in testa alla classifica del campionato ed è partito dalla pole position nonostante un piede infortunato dopo una caduta nelle prove libere. Puffe ha guidato la gara per la maggior parte, ma a cinque giri dalla fine l'attacco del compagno di squadra nel team Racing-Van Zon-BMW è stato inarrestabile. Puffe non è riuscito a contrastare Ilya Mikhalchik, che ha conquistato la vittoria. "Nella parte centrale della gara ho risparmiato le gomme. Quando è arrivato Ilya, erano finite”, ha detto Puffe.

Con questa prima vittoria Mikhalchik ha ridotto il distacco del leader Julian Puffe a 14 punti.
All’arrivo Mikhalchik era elettrizzato: "Il pubblico mi ha supportato in pista, anche se Julian è di Schleiz", ha detto.
Al terzo posto Jan Bühn su BMW del team EGS Moto Racing. Ai piedi del podio, Han Bühn, Pepijn Bijsterbosch e Alessandro Polita, quinto con la Honda del team Holzhauer Racing Promotions.

LA DOPPIETTA - In gara2, il campione in carica IDM Superbike 1000 Ilya Mikhalchik è stato totalmente concentrato sulla vittoria. Il 22enne ucraino ha siglato la doppietta avvicinandosi alla vetta del campionato detenuta del suo compagno di squadra Julian Puffe, che ora ha solo 9 punti di vantaggio.
La partenza con griglia invertita ha visto scattare Mikhalchik dalla nona posizione e Puffe dall'ottava. Puffe era già terzo alla fine del primo giro, nel secondo passaggio era già al comando davanti a Pepijn Bijsterbosch, scattato dalla pole, Marc Moser e Alex Polita. Dopo l’arrivo di Mikhalchik in testa alla gara, Puffe ha battuto Bijsterbosch nella lotta per la seconda piazza, per un podio tutto targato BMW. Quarto posto per Moser, quinto per Alex Polita, bravo a replicare il risultato di gara1.  

LA DELUSIONE DI PUFFE - Julian Puffe sognava di vincere nella sua gara di casa. Già l'anno scorso, all'eroe locale era stato negato un trionfo che è così importante per lui. O"In realtà dobbiamo essere soddisfatti. Riesco a stare davanti nelle prime fasi, ma nell'ultimo terzo di gara ho ancora bisogno di trovare qualcosa per mantenere al passo. Lo faremo”, ha promesso Puffe. “Ho dato tutto in entrambe le gare”.

Il campionato è ancora lungo: il prossimo round sarà nel weekend dal 9 all’11 agosto, sul tracciato di Most, poi dal 6 all’8 settembre sulla pista olandese di Assen e infine la conclusione sul tracciato tedesco di Hockeheim, dal 27 al 29 settembre. Con 150 punti in palio, tutto è ancora possibile.