Il circuito del Mugello ha ospitato il terzo round del CIV, con cinque classi al via. Ci sono state sorprese e conferme, ma c'è stato, soprattutto, il Michele Pirro show: il pilota Ducati ha siglato una splendida doppietta e ora conduce la classifica a punteggio pieno, con sei vittorie su sei gare disputate.

SUPERBIKE - Gara1 è stata la più combattuta della stagione, con il pilota Ducati Barni Racing che ha dovuto lottare quasi fino alla fine per aver ragione dei suoi avversari, riuscendo ad imporre il suo passo solo negli ultimi giri. Seconda posizione per il poleman Lorenzo Zanetti, che con la sua Ducati Motocorsa ha battagliato a lungo con Pirro, con sorpassi e contro sorpassi, cedendo solo nel finale. Gran bagarre anche per la terza posizione, con Roberto Tamburini (Pata Yamaha Official Team) che torna sul podio dopo aver avuto la meglio in volata sulla coppia Aprilia Nuova M2 Racing, con il campione in carica Matteo Baiocco 4° e un grande Andrea Mantovani 5°. 

In gara2 Pirro prosegue la sua cavalcata solitaria, conquistando la 6° vittoria su 6 round. Il pilota Ducati Barni Racing ha rotto gli indugi fin dalla prima parte di gara, spingendo al massimo e riuscendo ad imporre il suo ritmo. Facendo segnare anche il nuovo giro record (1’51.311). Seconda posizione per Lorenzo Zanetti, con il pilota Ducati Motocorsa che è saldamente secondo anche in classifica generale. Bella la lotta per il terzo gradino del podio, che ha visto coinvolti il Florian Marino (Pata Yamaha Official Team) e il campione in carica Matteo Baiocco (Aprilia Nuova M2 Racing), con il francese che è riuscito a chiudere davanti a Baiocco, festeggiando così il primo podio stagionale. In classifica generale Pirro è a punteggio pieno davanti a Zanetti con Baiocco 3°.

Moto3 - Gara1 ci ha regalato il 5° vincitore diverso in questo 2017 con Bruno Ieraci. Il pilota TM Factory Racing è scattato dalla prima fila ha messo in atto una grande strategia, prendendo margine negli ultimi giri rispetto ai suoi avversari, guadagnando quanto bastava per conquistare la vittoria. Dietro di lui 2° posto per Nicholas Spinelli, con la sua KTM Pro Racing Team. Torna sul podio Edoardo Sintoni. L’alfiere Mahindra 3570 MTA ha chiuso in terza posizione dopo il difficile weekend di Misano. 4° posto finale per Nicola Carraro (Mahindra Team Minimoto) in una gara che ha perso alcuni protagonisti come Anthony Groppi (Honda Gresini Racing Junior Team) a lungo in testa, ma scivolato nelle ultime tornate. Stessa sorte toccata ad Alex Fabbri, caduto all’ultimo giro. 

In gara2  volata finale che ha coinvolto addirittura 8 piloti. A spuntarla è stato Nicholas Spinelli  che con questo risultato si tiene stretta la tabella di leader della classifica. Dietro di lui è stato Bruno Ieraci  a tagliare il traguardo in 2° posizione, confermando la crescita messa in mostra ieri. 3° posizione per Kevin Zannoni (MF84 Pluston Althea KTM) che torna sul podio dopo il round difficile di ieri. Rispettivamente 4° e 5° hanno chiuso Edoardo Sintoni e Anthony Groppi, La gara ha perso due protagonisti all’ultima tornata: Marcon e Carraro (Team Minimoto Mahindra) coinvolti in una caduta. In classifica generale comanda Spinelli con 102 p. davanti a Zannoni 87 p. e Sintoni 81 p.


Supersport - In gara1 trionfo per Ilario Dionisi (MV Agusta Ellan Vannin) in SS. Il romano, dopo la pole, ha confermato il suo ottimo feeling con la pista toscana, andando a vincere la bagarre finale del 5° round dell’ELF CIV, ottenendo anche la vetta della classifica generale. La seconda posizione è andata a Marco Bussolotti (Yamaha Gas Racing Team), che ha ceduto solo in volata al ritmo di Ilario Dionisi. Terza posizione per Nicola Morrentino (Renzi Corse Kawasaki) con Davide Stirpe che, in lotta con i suoi avversari fin dall’inizio, è incappato in una scivolata all’ultimo giro. Squalifica per Lorenzo Gabellini. Il pilota Gas Racing Team non ha rispettato la bandiera nera esposta dopo aver ignorato il ride through, provvedimento deciso in quanto i meccanici hanno lavorato oltre il tempo limite sulla sua moto in griglia di partenza. Il non aver rispettato la bandiera nera ha portato la Giuria di Gara a sanzionare Gabellini con 7 punti di penalizzazione sulla licenza e la partenza dalla pit lane nella gara di domenica.

In gara2 la volata finale ha premiato Davide Stirpe. Il pilota MV Agusta Exteme Racing ha risposto come meglio non poteva alla caduta nella gara di ieri, riuscendo a battere Ilario Dionisi che ci conferma leader in classifica generale. 3° posizione per Marco Bussolotti (Gas Racing Team Yamaha). Ai piedi del podio è arrivato Nicola Morrentino (Renzi Corse Kawasaki) con Lorenzo Gabellini che, scattato dalla pit lane dopo la penalità inflitta ieri per non aver rispettato la bandiera nera, ha rimontato fino alla 5° posizione. In classifica generale Dionisi è in testa con 108 p. con Morrentino e Bussolotti secondi entrambi a 95 p. e Stirpe ad inseguire a 92 p.

 Premoto3 -  Nella classe  250 4T in gara1 è stato Pasquale Alfano a trionfare. Il pilota Kuja Racing Beon è riuscito ad avere la meglio su Elia Bartolini, il pilota RMU VR46 Riders Academy che aveva firmato la pole position. Terza posizione per Marco Gaggi (Beon). In gara  2 doppietta per Pasquale Alfano  che trionfa anche nel 6° round dell’ELF CIV davanti a Marco Gaggi e ad Alberto Surra (VL Team SpeedUP). In classifica di campionato il leader è ancora Brianti (4° in gara) con 98 p. con Bartolini a 90 p. (7° in gara) e Alfano 3° a 75 p. Con Surra ad inseguire a 74 p.

Nella classe 125 2T il saato la prima posizione è andata a Matteo Bertelle che diventa sempre più leader in classifica generale. Dietro di lui ha chiuso Nikolas Marfurt (Honda) con Matteo Patacca (SIC58 Honda) a chiudere il podio. In gara2  doppietta anche per Matteo Bertelle. Prova di forza per il pilota del Team Minimoto Honda, che ha vinto con un buon margine, imponendo il proprio ritmo e incrementando ancora il vantaggio in classifica generale. Dietro di lui ha chiuso il pilota SIC58 Matteo Patacca con Nikolas Marfurt terzo. In classifica generale Bertelle è in testa con 140 p. davanti a Patacca 86 p. con Marfurt a 81 p.

SUPERSPORT 300 -. In gara 1 volata ha premiato al fotofinish il poleman Kevin Arduini (Yamaha), bravo a crederci fino alla bandiera a scacchi e a trovare la linea giusta nel finale. Seconda posizione per Matteo Ceccarelli (E&E-LPM Honda) con Luca Bernardi (Yamaha) a chiudere il podio. 4° ma a brevissima distanza dai primi 3 ha tagliato il traguardo il pilota Talento Azzurro FMI Marco Carusi (GP Project Team Kawasaki). 

Gara2 ha visto una bagarre a 3, con  Paolo Grassia, Marco Carusi e Luca Bernardi a distaccare tutti gli altri. Almeno fino agli ultimi due giri, nei quali Kevin Arduini è riuscito a rimontare sul gruppo di testa e ad inserirsi anche lui nella battaglia per la vittoria. A quel punto è stata lotta a 4 fin sotto la bandiera a scacchi, dove a spuntarla è stato Grassia (Honda) davanti ad Arduini  e Carusi con Bernardi (Yamaha) 4°. In classifica generale Bernardi conduce con 102 p. seguito da Arduini a 75 p. e Ceccarelli (6° in gara) a 72 p.