“Questo progetto è il frutto di tre anni di analisi del settore del motosport”, ha detto Francesco Bartoli team Principal di Scuola Italiana Piloti. “La Scuola Italiana Piloti avrà il compito di valorizzare le indubbie capacità dei nostri tecnici e di esaltare il talento dei nostri piloti. E’ stato un lavoro duro ed incessante per i nostri collaboratori che in questi giorni lavorano senza sosta per arrivare al meglio all’inizio della stagione sportiva”.

La stagione agonistica 2018 vedrà la Scuola Italiana Piloti impegnata nel CIV, nelle categorie Superbike, Supersport 600, Supersport 300 e Moto3, e anche nel campionato Europeo Supersport 600.

Sarà Fabrizio Lai a portare in pista la MV Agusta F4, mentre nella Supersport i piloti saranno il vice campione italiano 2017 Ilario Dionisi e Walter Sulis. Quest’ultimo prenderà parte anche al Campionato Europeo Supersport 600, assieme ad un altro pilota ancora in fase di definizione. Nel CIV SS300 il pilota sarà Marco Carusi, mentre la debuttante Moto3 sarà affidata ad Angelo Licciardi.

LA SQUADRA – Il progetto fa capo a Francesco Bartoli, team Principal di Scuola Italiana Piloti, CEO di GPI Technology e della Bartoli Management che si occupa delle attività di marketing.

Il Presidente di Scuola Italiana Piloti è Enrico Tanteri, coordinatore di tutte le attività sportive. La parte tecnica può contare su Andrea Gerini, due volte campione italiano, responsabile delle moto MV Agusta utilizzate nei campionati Supersport 600 e Superbike.

Le Moto3 e le 300 verranno invece affidate a Francesco Milizia, un tecnico esperto che ha già messo le proprie capacità al servizio di giovani piloti che sono ora protagonisti nei campionati mondiali.

Il team manager è Andrea Balzani, con Riccardo Moretti, campione italiano GP125 nel 2009, nei panni di responsabile tecnico e collaudatore per GPI Technology.

I PILOTI - “Siamo tutti molto positivi e carichi. Il nostro è un progetto ambizioso ed impegnativo, visto che saremo impegnati in varie classi e campionati, ma ci sono tutti presupposti per fare bene”, ha aggiunto Andrea Gerini. “In Superbike abbiamo un pilota come Lai che è molto maturo e con lui potremo portare la MV Agusta F4 nelle posizioni che le competono. Nella Supersport possiamo dire di conoscere bene la moto, visto che con la MV F3 ho già vinto due titoli italiani, inoltre Dionisi è un pilota che può fare la differenza, anche in un campionato che si preannuncia di alto livello. Con una moto competitiva anche Sulis potrà far bene, mentre nell’Europeo dovrà prima acquisire un poco di esperienza internazionale. I test che faremo prima dell’inizio dei campionati saranno importanti sia per il nostro staff tecnico che per i piloti, per creare il giusto spirito di squadra”.

LE ATTIVITA’- La Scuola Italiana Piloti è una iniziativa della GPI Technology Srl, una start up innovativa fondata a Terni nel 2015. Tra i progetti di GPI Technology vi è anche quello di sviluppare una moto per la categoria Moto3 e di ampliare’attuale Autodromo di Tramatza, in provincia di Oristano, per farne un impianto polivalente adatto  a tutti gli sport motoristici: il Sardinia Circuit.

GPI Technology ha inoltre dato vita alla Scuola Italiana Meccanici ed alla Scuola Italiana Piloti. La Scuola Italiana Meccanici è un’agenzia formativa che ha lo scopo di formare meccanicispecializzati nell’assistenza ad attività di racing, anche attraverso la collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia.