“Sono entusiasta di poter tornare in sella alla Yamaha R6, compagna di tanti successi”, dichiara Massimo Roccoli annunciando il suo accordo con il Gas Racing Team. Il cinque volte campione italiano della Supersport tornerà infatti alla “sua” classe, dopo un passaggio in Superbike non riuscito. Roccoli si schiererà nel Campionato Italiano di Velocità con l’obiettivo di confermarsi ad alti livelli.

Dopo una stagione a dir poco travagliata, sono determinato a fare bene. Sono onorato per la fiducia che il Team e la Yamaha hanno riposto in me”, ha detto Roccoli.

 Il team riminese affronterà con impegno e determinazione la stagione 2018, schierando tre Yamaha YZF-R6, affidate ad un terzetto di piloti talentuosi. A Massimo Roccoli, infatti, si affiancano Lorenzo Gabellini, pilota rivelazione della scorsa stagione e vincitore delle speciali classifiche dell’ELF CIV riservate agli Under 21 e al “giro veloce”, e il diciottenne Mattia Casadei.

Pacchetto tecnico eccellente - “Quest’anno abbiamo amplificato i nostri sforzi schierando al via tre moto e siamo consapevoli di poter far bene”, ha detto Paolo Meluzzi, Team Manager. “L’eccellente pacchetto tecnico, tre piloti molto veloci e un gruppo di tecnici affiatati e motivati, sono il preludio di una stagione da protagonisti. Siamo certi di poter dare più di qualche soddisfazione a tutti i nostri sostenitori”. 

Il sostegno di Yamaha - “La conferma del sostegno da parte di Yamaha anche per il 2018, oltre che fonte di orgoglio, è prova dell’eccellente lavoro svolto con passione e impegno dalla nostra struttura”, ha detto Stefano Morri, Direttore sportivo. “Al via quest’anno avremmo una triade di piloti di alto profilo: il riconfermato Lorenzo Gabellini in grande crescita, Mattia Casadei alla sua prima stagione con le derivate e l’esperto plurititolato Massimo Roccoli. Faremo del nostro meglio per stare nelle posizioni che contano”. 

Gabellini: “Ho imparato molto” - “Sono contento di poter correre un’altra stagione con la Yamaha e per questo ringrazio il Team per avermi riconfermato la sua fiducia”, ha detto Lorenzo Gabellini. “Nella scorsa stagione ho imparato molto, sono certo che riuscirò a mettere a frutto l’esperienza accumulata e di poter essere un sicuro protagonista del campionato”.

 Casadei: “Un passaggio non facile” - Mattia Casadei arriva dalla classe cadetta della Moto3. “Questa sarà un’esperienza nuova, ma al tempo stesso una sfida molto motivante”, spiega Casadei. “Il passaggio dalla Moto3 alla 600 non è sempre facile, sarà molto importante trovare il giusto feeling fin da subito. Ringrazio Paolo Simoncelli, Paolo Maluzzi e Stefano Morri per questa opportunità”.