Sul circuito di Misano si è aperta oggi ufficialmente la stagione 2018 del CIV. Cinque le categorie nelle quali i piloti (tanti nomi “mondiali”) si sono dati battaglia in occasione della prima sessione di prove ufficiali.

DUE SU TUTTI - Nella Supersport, tra Nicola Morrentino (Kawasaki) e Marco Bussolotti (Yamaha) la spunta il primo per soli dieci millesimi: 1’39”076 il limite dell’alfiere del Team Renzi Corse, seguito da portacolori Rosso Corsa Edard e da Kevin Manfredi, terzo con l’altra R6 ma del Team Rosso e Nero.
In seconda fila, il campione in carica Stirpe che si è messo alle spalle, Roccoli, Nocco, Gabellini e Mercandelli. Chiudono la top ten Ottaviani e Casadei. Più indietro (per ora) altri protagonisti annunciati come Dionisi (diciassettesimo e finora a “corto” di test), Fabrizio (ventesimo) e Haga (ventiduesimo), entrambi però sempre più veloci sessione dopo sessione.
A proposito di Supersport, Thomas Brianti (KTM, 1’52”007) ha chiuso in testa la classe 300, seguito da Luca Bernardi (Yamaha) e Manuel Bastianelli (Kawasaki). Bonoli, che aveva centrato il primo tempo, è stato squalificato per irregolarità tecnica.

PIRRO PADRONE? - Michele Pirro sembra già il re incontrastato di questo primo round del CIV nella classe Superbike, che conta tanti nomi “mondiali”. Il pugliese, con la Ducati del Team Barni, ha fissato il crono sull’1’35”459, facendo meglio di sei decimi rispetto al compagno di squadra Matteo Ferrari e alla Yamaha Faieta Motor by Speed Action di Alessandro Andreozzi. Seguono altre “vecchie” conoscenze iridate come Zanetti, Vitali, Baiocco e Russo (a oltre un secondo) mentre Mantovani, Cavalieri e Perotti completano la classifica dei primi dieci. Corti è dodicesimo, Lai quattordicesimo e Calia diciannovesimo. 

DUELLO MOTO3? - Un pupillo del Gresini Racing Junior Team, Nicholas Spinelli, comanda le prime qualifiche della Moto3 in sella alla Honda: 1’44”484 il suo tempo, migliore di soli due centesimi rispetto a quello della TM 3570 MTA di Kevin Zannoni e di un decimo di Elia Bartolini, con la KTM firmata RMU VR46 Riders Academy. Carraro, Sintoni e Rossi (Riccardo) caratterizzano la seconda fila, seguiti da Bartalesi, Taccini, Rossi (Thomas) e Fusco.
Nella Premoto3, invece, il più veloce è stato Alberto Surra (2 Wheels Polito, 1’49”725), davanti a Alessandro Morosi e Mattia Rato (RMU). 

LA PANIGALE V4? VA GIA’ FORTE - Nel National Trophy, formula che si corre in concomitanza con il CIV, ha fatto il suo debutto la V4, nuova “arma” Ducati per il mondiale Superbike 2019: come sta andando? Ivan Goi e Luca Conforti, alfieri del Team Barni incaricati dello sviluppo, hanno chiuso ottavo e nono a meno di due secondi dal leader Salvatori.

Domani mattina le seconde e decisive qualifiche, seguite dal via delle prime gare (diretta sul sito civ.tv)