Il terzo round del CIV si è disputato sul circuito di Imola, offrendo gare adrenaliniche e molti risultati a sorpresa in un weekend che fra gli ho ospiti hanno annoverato anche Alex De Angelis, Marco Bezzecchi, ‘Pecco’ Bagnaia, Niccolò Antonelli e Davide Bulega, oltre a Fausto Gresini, che ha potuto vestire i panni di team manager della sua squadra non avendo concomitanze con la MotoGP.

Superbike - Riflettori puntati sul ritorno di Michele Pirro, con la Ducati del Team Barni. A spuntarla in gara1 però è stato Lorenzo Zanetti: dopo aver ottenuto la pole, il pilota Ducati Motocorsa ha prevalso  in una gara che lo ha visto partire forte, rallentare a causa di un problema tecnico, salvo poi riprendere il passo messo in mostra in pista e andare a conquistare la sua prima vittoria stagionale. Dietro di lui secondo posto per un tenace Michele Pirro. Il collaudatore Ducati, in  difficoltà dal punto di vista fisico a causa della lesione del legamento della spalla destra, ha tenuto duro, andando a conquistare un gran risultato, e firmando addirittura il best lap nelle ultime tornate (1’49.107). A completare il podio, il compagno di squadra di Pirro, Matteo Ferrari, che ha messo in mostra una gran rimonta dopo un errore nelle fasi iniziali. Ottima giornata per il Team Barni che ha piazzato Samuele Cavalieri al 4° posto. 5° posizione invece per Riccardo Russo, presente ad Imola in sostituzione dell’infortunato Fabrizio Perotti, e subito nelle posizioni di vertice con una moto mai provata prima.

In gara2,  Matteo Ferrari ha messo in mostra una gran voglia di rivalsa dopo l’errore del sabato che lo aveva costretto al 3° posto, ed è stato autore di una gara molto combattuta con Lorenzo Zanetti, dove non ha mai mollato, andando a trionfare e bissando il successo ottenuto sempre ad Imola come wild card nell’Europeo STK1000. Peccato per la caduta di Michele Pirro al penultimo passaggio alla Variante Bassa, mentre era in lotta per la vittoria con Zanetti e Ferrari dopo aver condotto la gara per alcuni passaggi. A ereditare la terza posizione, Luca Vitali con la BMW DMR Racing. In classifica di campionato il nuovo leader è Matteo Ferrari, in testa con 121 punti, seguito da Pirro a quota 120  e Zanetti a 94 punti.

Moto3 – Stefano Nepa ha iniziato il suo weekend positivo dominando gara1. L’alfiere KTM ha vinto in solitaria mostrando un passo insostenibile per i suoi avversari e firmando anche il best lap (1’58.547) dopo essersi portato a casa la pole position. Dietro di lui battaglia per la seconda posizione tra Zannoni e Sintoni terminata al fotofinish che ha premiato l’alfiere TM Racing Factory, secondo, davanti al pilota KTM Pro Racing Team, al primo podio stagionale.

In gara2 ancora un trionfo in solitaria per Nepa. Il campione della Premoto3 250 nel 2014 ha messo in mostra di nuovo il proprio stato di grazia, vincendo con un ritmo impressionante e ritoccando il suo best lap (1’58.440). Dietro di lui è stata ancora sfida tra Zannoni e Sintoni, che hanno concluso nell’ordine, completando un podio fotocopia rispetto a gara1. Gran gara di Lorenzo Bartalesi (VR46 Riders Academy) che è riuscito ad arrivare ai piedi del podio, piazzando la propria RMU davanti alla Honda del Gresini Racing Junior Team di Nicholas Spinelli. In classifica generale Kevin Zannoni passa al comando con 105 punti davanti a Nepa con 95 punti e Spinelli con 88.

Supersport 600 – In gara1 la vittoria è andata a Kevin Manfredi: l’autore della pole, su Yamaha del Team Rosso e Nero, è riuscito a prevalere su altre due Yamaha: quella del Team Rosso Corsa di Marco Bussolotti e quella del Gas Racing Team del pluricampione italiano Massimo Roccoli (Yamaha), in ballo fino all’ultimo per la vittoria, sfumata a causa di un errore nelle battute finali. Quarta posizione per il campione in carica Davide Stirpe.

In gara2 assente Kevin Manfredi, per una frattura dell'astragalo rimediata nel warm up, e vittoria per Marco Bussolotti, autore di una battaglia da manuale con Massimo Roccoli, e di un sorpasso all’ultimo passaggio alla Variante Bassa. Alle spalle del pluricampione Italiano del Gas Racing Team festeggia per la terza posizione Lorenzo Gabellini. Dietro di loro hanno chiuso a breve distanza Nicola Morrentino (Kawasaki Renzi Corse) e Davide Stirpe (Extreme Racing Bardahl), in lotta per il podio. In classifica generale Marco Bussolotti va in testa, con 3 lunghezze di vantaggio su Stirpe.

Premoto3 – Nella Premoto3 250 4T in gara1 l’olandese Colin Veijer (JCRT Speed Up) è scattato bene dalla pole e ha guidato in modo ineccepibile andando a vincere davanti a Alessandro Morosi e Filippo Palazzi, entrambi alfieri della Full Moto Squadra Corse RMU. In gara1 la vittoria è andata ad Alessandro Morosi, bravo ad avere la meglio rispetto ai suoi agguerriti avversari: Mattia Rato (RMU) e Gabriele Mastroluca (Kuja Racing Beon). Nella generale Morosi comanda con 96 punti davanti a Surra (2WheelsPolito, out oggi per una caduta) a 89 p. con Mastroluca a 77 p.

Nella 125 2T è stato Jacopo Hosciuc (Honda) a trionfare in entrambe le gare. Nella prima frazione ha avuto la meglio su Mirko Gennai (Honda) con Manuel Macrelli (Honda) al suo primo podio. In gara 2 Hosciuc ha prevalso sul Talento Azzurro FMI Filippo Bianchi (RMU). Sul terzo gradino del podio ha chiuso Paolo Conte (RMU). La classifica generale vede ora Hosciuc in testa con 131 p. seguito da Bianchi a 94 p. e Conte a 60 p.

Supersport 300 – In gara1 trionfo per Thomas Brianti: il pilota KTM ha vinto con oltre 3 secondi di distacco sui propri avversari. Dietro di lui ha chiuso lo spagnolo Marco Luna Bayen con la Kawasaki del CM Racing, che ha provato nelle battute iniziali a stare con Brianti salvo poi mollare. Bagarre fino all’ultimo metro per la terza posizione, con Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha) che ha conquistato il podio grazie ad un gran sorpasso finale su Manuel Bastianelli (Prodina Ircos Kawasaki).

In gara2 out per una caduta Thomas Brianti nelle prime fasi e battaglia serrata fra sei piloti, ma alla fine a prevalere è stato Marc Luna Bayen, alla sua vittoria nella categoria. Il pilota CM Racing Kawasaki ha condotto quasi tutta la gara in testa tallonato dai suoi avversari ed è servito il fotofinish per confermare la seconda posizione di Manuel Bastianelli: il portacolori Prodina Ircos Kawasaki ha provato fino all’ultimo a sorpassare Luna Bayen. Terza posizione per Kevin Sabatucci, che con la Yamaha ProGp Racing ha tentato un attacco molto determinato all’ultima variante, conquistando l’ultimo gradino del podio. Thomas Brianti è stato raggiunto in classifica generale da Sabatucci e i due sono a pari punti, con Luna Bayen e Bastianelli a seguire rispettivamente a 91 e 89 punti.

La classifica della Supersport 300 è però sub judice per un reclamo nei confronti della moto di Kevin Sabatucci, il cui responso, per motivi tecnici, arriverà nei prossimi giorni.