AG Motorsport Italia, che da diversi anni ha in carico i progetti sportivi di Yamaha dedicati ai giovani nel mondo della Velocità, ha presentato al Motor Bike Expo la formazione dei piloti supportati da Yamaha nello Junior Team. 

Concentrato a inseguire la meta, che nel 2016 ha visto il team italiano vincitore del titolo nella classe SSP300 del CIV, AG Motorsport apre le porte dello Junior Team Yamaha a tre giovani piloti italiani, di cui uno esordiente nella categoria SSP300, e due provenienti dai monomarca ufficiali Yamaha R125 e Yamaha R3 cup, i quali avranno la possibilità di confrontarsi nel CIV in sella alle Yamaha R3 2019 nella Supersport 300, vestendo i colori istituzionali

I PILOTI - Andrea Longo è un classe 2000, il ravennate entra nella Yamaha R3 cup nel 2018, protagonista di rimonte sorprendenti, conquista un secondo posto sul podio del Mugello, chiudendo il campionato al settimo posto. 

Giacomo Mora, esordisce a quattordici anni nella Yamaha R125 cup nel 2017 con un primo gradino del podio a Franciacorta e chiude il campionato al 4° posto. Passa successivamente nella Yamaha R3 cup e si afferma con un primo posto a Vallelunga ed un secondo sul podio di Misano, chiudendo il campionato quinto.

Gianluca Sconza, proveniente dal CIV classe Moto3, il sedicenne salernitano ha già al suo attivo negli ultimi due anni anche cinque gare del mondiale Junior in Spagna e la vittoria agli internazionali velocità di Magione

A stringere la mano dei tre protagonisti, sul palco del Motor Bike Expo di Verona, c’erano anche Fabio Albertoni e Luca Lussana, responsabili racing Yamaha Motor Europe per la filiale italiana.

UN GRAN POTENZIALE - «Abbiamo selezionato Andrea, Giacomo e Gianluca perché riteniamo siano tre piloti dal grandissimo potenziale e con le caratteristiche che distinguono lo spirito bLU cRU che accomuna la famiglia Yamaha» ha detto Alessandra Gambardella, team principal AG.

«Metteremo a disposizione tutte le risorse e gli strumenti necessari per disputare al massimo livello il campionato italiano velocità SS300», ha aggiunto Moreno Antonioli, coordinatore attività e formatore piloti.