Condizioni atmosferiche mutevoli, per il quarto round del CIV, andato inscena al circuito di Misano con tanti ospiti “mondiali”. da “Pecco” Bagnaia a Celestino Vietti Ramus, da Niccolò Bulega a Marco Bezzecchi.

SUPERBIKE – Nella classe regina Michele Pirro è tornato a vincere dopo la doppietta a Imola di Lorenzo Savadori, che questa volta ha dovuto accontentarsi di un secondo e un sesto posto. L’alfiere Ducati Barni Racing ha iniziato nel miglior modo possibile, ottenendo la pole, e ha trionfare già in gara1, firmando anche il best lap. Dietro di lui Lorenzo Savadori: il pilota Aprilia Nuova M2 Racing ha provato a staccare il tester Ducati nelle fasi iniziali, ma poi ha dovuto arrendersi al ritmo del campione italiano,. Terza posizione per la Ducati Motocorsa di Riccardo Russo, tornato a battagliare nelle posizioni che contano.  

Michele Pirro ha conquistato la vittoria anche in gara2 sull’asfalto bagnato di Misano, andando a trionfare in solitaria. Seconda posizione per la Suzuki Penta Motorsport di Kevin Calia, al primo podio della stagione dopo uno start dalla 13° casella. Terzo posto per la Yamaha Motoxracing di Axel Bassani, a lungo in scia di Calia salvo poi cedere un po' nelle fasi finali. Savadori ha concluso sesto. In classifica generale Pirro è in vetta con 190 punti seguito da Savadori a 128 punti, con Cavalieri e Russo appaiati in terza piazza a 86 punti.

MOTO3 – In gara 1 vittoria di Nicholas Spinelli, portacolori del team Honda Oscar Performance. Il campione Moto3 2017 è riuscito negli ultimi giri a dare uno strappo finale che gli ha concesso di tornare sul primo gradino del podio, dopo la vittoria ottenuta al Mugello nel round 2. Dietro di lui bagarre a 4 per le altre due posizioni di testa, con la conferma del momento di crescita dell’alfiere SKY Junior Team VR46#RMU, Elia Bartolini, e con l’aggressività del giovane pilota olandese Colin Vejer, sul terzo gradino del podio. Risultato notevole per Bartolini, che scattava dalla 14° posizione. Ottavo il leader del campionato Kevin Zannoni.

In gara2 Spinelli si è confermato vincitore al termine di una gara complicata, sul bagnato, che ha visto lottare fino all’ultimo per la vittoria anche Leonardo Taccini, portacolori dell’Honda Junior Team Total Gresini, secondo davanti all’alfiere SKY Junior Team #VR46 RMU su KTM, Lorenzo Bartalesi, transitato per primo sotto la bandiera a scacchi ma penalizzato di 5 secondi per sorpasso in regime di bandiera gialla. Con l’undicesimo posto Kevin Zannoni ha perso  la vetta della classifica a favore di Spinelli, che ora ha 134 punti contro i 121 dell'avversario.

SUPERSPORT 600 – Doppietta anche in Supersport 600, firmata da Lorenzo Gabellini. In gara1, partita con l’asciutto e con qualche goccia di pioggia sul finale, il pilota di casa è stato bravo a trovare negli ultimi giri quei decimi che gli hanno permesso di andare a vincere. Risultato che, unito all’11° posto di Roccoli, proietta Gabellini in vetta alla classifica generale. Secondo posto in gara per il poleman Davide Stirpe con la MV Agusta del team Extreme Racing Bardhal, davanti a Luca Ottaviani (Yamaha SGM Tecnic Marinelli Team). Tutto in una gara partita asciutta che ha visto poi alcune gocce di pioggia cadere nella seconda parte.

In gara2 Gabellini è stato aggressivo e concentrato fino all’ultimo. In realtà per primo sotto la bandiera a scacchi è transitato Davide Stirpe, poi penalizzato per aver infranto il track limit e retrocesso in quarta posizione. La vittoria è andata così a Gabellini, dopo una lotta al fotofinish con Kevin Manfredi. Terzo gradino del podio per Marco Bussolotti. In classifica generale Gabellini è in testa, con 157 punti, davanti a Roccoli, rimasto a quota 131 punti dopo la caduta in gara2.

SUPERSPORT 300 – Gara1 è stata condizionata dalla pioggia: dichiarata wet e accorciata a 11 giri, è stata interrotta con bandiera rossa dopo 4 tornate per il peggioramento delle condizioni atmosferiche, con una fortissima pioggia. La gara è stata dichiarata valida con l’assegnazione di metà punteggio, con Samuele Marino primo davanti a Thomas Brianti e Emanuele Vocino, che ha rilevato il posto di Livio Loi, escluso per irregolarità tecnica.  

Anche gara2 è stata interrotta con bandiera rossa all’8° giro e ripartita dopo la procedura di quick restart sulla distanza di 5 giri. Livio Loi, transitato per primo sotto la bandiera a scacchi, è stato escluso per irregolarità tecnica e sul gradino più alto del podio è salito la wild card Kevin Sabatucci su Yamaha: il pilota impegnato anche nel mondiale Supersport 300 ha avuto la meglio su Thomas Brianti  ed Emanuele Vocino. In classifica generale Filippo Rovelli – autore di un 11° e un 7° posto nel weekend – si mantiene al comando con 113,5 punti davanti a Brianti a quota 92. 

PREMOTO3 – La pioggia si è fatta sentire da metà gara1 in poi, costringendo al direzione gara ad esporre la bandiera rossa con due giri di anticipo. La vittoria è andata a Luca Lunetta, alfiere del CS AC Racing Team, che ha avuto la meglio in una bagarre a due vinta contro Filippo Farioli, vittorioso un mese fa ad Imola. Terza posizione per Davide Cangelosi. In gara2 invece è stato Filippo Farioli a tornare alla vittoria: il giovane pilota del Pasini Racing Team su RMU, nipote di Arnaldo Farioli, ha relegato alle sue spalle Jacopo Hosciuc e Filippo Bianchi. Con il quarto posto Luca Lunetta resta leader in classifica generale con 158 punti davanti a Bianchi con 121.

Il CIV tornerà in scena il 21 e 22 settembre sul circuito del Mugello per il quinto e penultimo round del campionato, che si concluderà a Vallelunga nel weekend del 5 e 6 ottobre.