La storia di Alessia Polita e quella del neo-campione del National Trophy Eddi La Marra sono intrecciate a doppio filo: hanno vissuto tanti alti e bassi da quel 2013 che li vide entrambi protagonisti di due brutti incidenti. Prima fu Alessia, in un turno di prove del CIV, il 15 giugno del 2013 a Misano. Da allora ha perso l’uso delle gambe. Poco dopo, il 27 agosto dello stesso anno, sempre a Misano, durante dei test privati, è stato La Marra a rischiare la vita, e a fare lunghi mesi di ospedale e tanta riabilitazione. Fino a tornare in moto. Alessia, invece, si sta dedicando con successo al monosci.

Entrambi hanno lo sport dentro ed entrambi sono accomunati dal grande amore per le moto. Dopo la vittoria del National Trophy al Mugello da parte del suo Eddi, la Polita ha postato sui suoi profili social una foto che la ritrae proprio con lui in un tenero bacio.

NULLA E’ STATO FACILE - “Non amo particolarmente pubblicare i rapporti personali su Facebook, ma oggi te lo devo e ce lo devo perché nulla per noi è stato facile”, esordisce Alessia.
Dall’inizio del nostro rapporto al disastro che ci è capitato e che ormai tutti conoscono nel mentre della nostra relazione e come se non bastasse anche noi ci abbiamo messo del nostro, ma quando il mondo ti crolla addosso non è semplice ricominciare”, continua la jesina con il suo tipico linguaggio colorito ma diretto. “Ma ce l’abbiamo fatta nonostante sacrifici e sofferenze. Non abbiamo avuto molte persone dalla nostra parte, ma quelle sufficienti a prenderci per mano ed aiutarci a vedere il sole.
“Per questo ringrazio tutti i nostri pochi ma buoni amici che abbiamo e ci sono stati vicino e sopportato davvero, alle persone che abbiamo incontrato lungo il nostro impervio cammino e hanno fatto luce ai nostri giorni, ma grazie a noi che nonostante tutto siamo qua e spero che almeno un po’ io ti abbia aiutato a diventare campione italiano National Trophy 2019.
Sono orgogliosa di te, perché quest’anno non hai proprio sbagliato niente
!” conclude Alessia Polita.

L’INCIDENTE - Per la cronaca, ricordiamo che quando Eddi La Marra ebbe l’incidente, militava nella classe Superbike del CIV e aveva talmente tanto vantaggio nei confronti degli avversari che si aggiudicò il titolo tricolore nonostante la defezione forzata alle ultime gare della stagione. La Marra è tornato a correre in moto tre anni dopo, nel 2016, dopo che inizialmente gli era stata negata la licenza, vista la delicatezza dell’intervento alla testa che aveva subito.