Il team GMT94 Yamaha ha vinto il Bol d'Or per la prima volta dal 2007. I piloti David Checa, Niccolò Canepa e Mike Di Meglio sono stati in testa praticamente per tutta la gara e hanno terminato 9 giri davanti agli altri, nonostante un momento difficile: erano rimasti, infatti, senza carburante.

Il team GMT94 Yamaha ha sommato i punti bonus assegnati alla Otto Ore e 16 punti (20 punti in totale) con i 40 assegnati al vincitore di gara, balzando in vetta alla classifica del mondiale Endurance 2017-2018.

IL PODIO - La squadra ufficiale francese campione del mondo in carica ha conquistato la vittoria davanti al Wepol BMW Motorrad Team by Penz13 e alla squadra Honda Endurance Racing

La lotta per la seconda posizione è stata molto combattuta, e c’è stato anche un bel duello tra Sébastien Gimbert e la pilota donna Lucy Glöckner del Völpker NRT48 Schubert Motors by ERC.

Il Wepol BMW Motorrad Team di Penz13 è arrivato sul secondo gradino del podio dopo una gara epica. Dopo essere sceso in fondo alla classifica per un problema di rifornimento di carburante, Markus Reiterberger, Alessandro Polita e Danny Webb sono risaliti in velocità nella Top 5.

LUCY GLÖCKNER NELLA STORIA -  L'81° Bol d'Or passerà alla storia anche per questo: è l’unica tappa del mondiale Endurance nella quale una pilota donna ha intrapreso la lotta per il sul podio con un pilota ufficiale. Lucy Glöckner, 27 anni, un volto familiare sul circuito dell’IDM (il campionato tedesco Superbike), ce l’ha messa tutta per impedire alla Honda Endurance Racing di salire sul podio del Bol d'Or. Dopo 673 giri di gara, Sébastien Gimbert ha conquistato il terzo posto al culmine un duello ricco di suspense a pochi minuti dalla fine, passando la bandiera a scacchi meno di un secondo davanti a Lucy Glöckner.
Il team Honda Endurance Racing ha dovuto dunque combattere duramente per siglare il terzo posto sul podio alla fine della corsa. Le emissioni elettroniche e un alternatore difettoso avevano rallentato Grégory Leblanc, Sébastien Gimbert e Yonny Hernández.

Il team Völpker NRT48 Schubert Motors y ERC, composto da Lucy Glockner, Stefan Kerschbaumer e Jan Bühn, ha terminato al quarto posto per un soffio.

A completare la top 5 un’altra S1000RR: la moto del team IV Racing BMW CSEU, con i piloti Karel Hanika, Fabrizio Lai e Julian Mayer.

La squadra più veloce della Superstock, la Tati Team Beaujolais Racing, ha conquistat un superbo 8° posto assoluto con i piloti Julien Enjolras, Julien Pilot e Kevin Denis che hanno disputato una gara impeccabile.

UN'EDIZIONE IMPEGNATIVA - Questa edizione del Bol d'Or è risultata particolarmente dura sia per i piloti che per le moto. Solo 29 delle 59 squadre al via lo hanno raggiunto la bandiera a scacchi. Più di una squadra in testa è stata costretta a ritirarsi. Dopo aver preso il comando per Kawasaki SRC, Randy de Puniet è è riuscito a siglare il giro più veloce della gara (1'58.386) prima di tornare ai box con il motore rotto della sua ZX 10R # 11.