Roberto Rolfo correrà nel mondiale Endurance con la Yamaha R1 del team Moto Ain CRT Yamaha. Un’avventura del tutto nuova per l’ex vicecampione del mondo della 250 che avrebbe dovuto partecipare al mondiale Superbike con la Suzuki del team Grillini, ma il programma è saltato improvvisamente quando il titolare della squadra – Andrea Grillini – è stato posto agli arresti domiciliari (leggi qui).

Per Rolfo era stata come un fulmine a ciel sereno, ma non si è lasciato abbattere ed è riuscito in breve tempo a trovare un manubrio per la sua ventesima stagione di attività in pista a livello internazionale. Ad annunciarlo è lo stesso Roberto Rolfo.

“Sono davvero euforico per questa opportunità che mi dà modo di competere in una disciplina per me nuova”, ha dichiarato Rolfo. “Festeggiare qui il ventesimo anno di attività mondiale rappresenta un grande traguardo e sono sicuro di far bene nel team Moto Ain Yamaha che mi ha accolto con enorme professionalità e disponibilità. Ringrazio nuovamente sponsor, amici, collaboratori per il supporto in queste ultime settimane”.

Nella sua carriera, Rolfo si è cimentato in diverse classi: negli anni 2000 è stato protagonista della classe di mezzo del Motomondiale, vincendo tre volte in 250 e una volta in Moto2. Passato nel paddock Superbike, è stato protagonista anche in Supersport, dove ha colto la sua ultima vittoria l’anno scorso a Phillip Island.

VERSO LE MANS - In questi giorni di attesa, il trentasettenne Rolfo ha continuato ad allenarsi duramente per raggiungere il 100% della forma fisica in attesa di conoscere le sorti della stagione 2018 ed ora è pronto per le prossime gare del mondiale Endurance, a cominciare dall’appuntamento con la leggendaria 24 Ore di Le Mans dal 21 al 22 aprile.

Nella squadra francese di Bourg-en-Bresse a condividere il box con Rolfo saranno il francese Alexis Masbou e lo svedese Christoffer Bergman.