Sarà un equipaggio da tenere d’occhio quello che si è appena costituito con i colori del Coyote Louit Moto Team per il mondiale Endurance. Insieme a Kevin Manfredi e Enzo Boulom, arriva infatti Christian Gamarino, pilota italiano-svizzero che lo scorso anno ha disputato la stagione insieme a Luca Scassa nel No Limit Motor Team.

LA SQUADRA - Il Coyote Louit Moto Team annuncia così il proprio equipaggio:

"Kevin Manfredi, il nostro cinghiale volante rimane fedele alla nostra Kawasaki determinato più che mai a vincere il Bol d'Or 2019.

"Enzo Boulom, giovane talentuoso, continua la sua progressione nell’Endurance in sella alla moto numero 33 con l'unico obiettivo di ottenere il punteggio massimo per vincere il titolo mondiale della Superstock.

"Christian Gamarino, pilota italo-svizzero che si unisce al nostro equipaggio quest'anno. Felice di tornare sulla Kawasaki con la nostra squadra, la sua determinazione a vincere è alta come quella dei suoi compagni di squadra.

"Adrian Parassol, pilota, giornalista e animatore... Dobbiamo davvero presentarlo?  Il 'tirocinante a vita' di MotoEtMotards sarà il nostro pilota di riserva per questo mitico evento che è il Bol d'Or”.

GAMARINO: UN SOLO OBIETTIVO - “Sono molto contento di entrare a far parte della famiglia targata Luit Moto che ha un passato importante in questa specialità”, dichiara Gamarino. Mi rende doppiamente felice il fatto che risalirò su una Kawasaki, moto su cui ho corso per anni nel mondiale Supersport e su cui ho anche vinto nell’Europeo Stock 600.

“Entro a far parte di un team molto forte con Kevin ed Enzo e sarà un piacere lavorare con loro. Abbiamo in mente un solo obiettivo e faremo di tutto per riuscire a raggiungerlo", promette Gamarino.

“Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con la mia nuova squadra e di salire in sella alla #33 già dalla prossima settimana in occasione dei test pre Bol d’Or.

“Colgo anche l’occasione per ringraziare e fare un grosso in bocca al lupo al team No Limits che ha creduto in me, facendomi conoscere il bellissimo mondo delle gare di durata”, conclude Christian Gamarino.

Appuntamento dunque tra una settimana sul circuito del Paul Ricard per i primi test in vista del mondiale che prenderà il via nel weekend dal 20 al 22 settembre con il Bol D’Or, la gara Endurance di motociclismo più antica al mondo, pronta per la sua 83esima edizione.