Salt Lake City – La seconda manche del Campionato Mondiale Superbike ha visto dominare nuovamente il pilota della Yamaha Ben Spies. Il texano è scattato subito al comando e non ha mai mollato la testa della gara, con un gran Michel Fabrizio in scia. L’ufficiale della Ducati, scattato bene in Gara 2, ha provato a tener testa all’americano, ma non è mai riuscito ad avvicinarsi più di tanto e nel finale è stato costretto a mollare per via del degradamento eccessivo della gomma anteriore.

Grande Jonathan Rea, terzo, ma molto distaccato dai primi, vincitore del duello per l’ultimo gradino del podio. Il nordirlandese ha lottato e vinto contro Biaggi (quarto), Kiyonari (quinto) e Haslam (caduto l’ultimo giro mentre era quarto). Ottimo sesto, attaccato al gruppetto, Jacub Smrz, mentre ottavo, dietro a Nakano, ha chiuso Haga. Da segnalare la caduta di Checa verso metà gara, mentre occupava la terza posizione provvisoria.