Ducati raggiunge l’Autodromo Internacional do Algarve con molta fiducia, in attesa di portare la Panigale R sui 4.5 km della pista.

Marco Melandri ha già firmato due vittorie qui: nel 2011 e nel 2013 ed è impaziente di usare alcuni dei miglioramenti che ha trovato sulla moto italiana nell’ultimo round in Germania, su una pista che gli piace.

MELANDRI FIDUCIOSO -  “Il tracciato di Portimão è tra i più belli in calendario. È una pista tecnica, con molti cambi di pendenza", dice Melandri.
"I test effettuati lì durante l’inverno non erano stati dei migliori, ma ci erano serviti per avere le idee più chiare ed infatti poco dopo abbiamo raccolto il nostro primo podio in Australia".
Il ravennate confida di poter adattare la sua moto all’asfalto irregolare della pista, tenendo conto dei suoi risultati ottenuti in passato.
"L’asfalto non è in ottime condizioni, ma nemmeno rovinato come in Germania. Ad ogni round la nostra conoscenza della Panigale R migliora, e con i passi avanti fatti in Gara 2 al Lausitzring abbiamo imparato molte cose che dovrebbero consentirci di adattarci meglio a piste sconnesse.
"In passato ho ottenuto buoni risultati a Portimão, e credo che possa essere una pista favorevole per la nostra moto, quindi partiamo fiduciosi”, conclude Melandri,