È la Termignoni, la prossima destinazione di Ernesto Marinelli che a fine stagione lascerà la Ducati (come raccontiamo su Motosprint, in edicola) dopo una lunga storia di avventure che è durata ben 22 anni. L’ingegnere modenese ha vissuto gran parte dell’epopea della Casa bolognese nella Superbike, categoria che lo ha sempre visto in prima linea e che lo ha portato ad essere il responsabile del progetto SBK Ducati. Marinelli è stato a lungo a fianco di Filippo Preziosi, a partire dalla metà degli anni ’90: un periodo memorabile, che forse non tornerà più nemmeno per la Ducati, se si considera il clima di avventura che si respirava in quegli anni.  

E' STATO LUI A LASCIARE - In Ducati, Ernesto Marinelli ha probabilmente esaurito un percorso – considerando che è lui che lascia l’azienda – che tra poco proseguirà in un’altra maniera, con sfide diverse: diventerà il direttore tecnico della Termignoni, si occuperà comunque di tecnologia applicata alle corse e al prodotto di serie. Un nuova sfida, insomma, piena di prospettive anche perché la Termignoni ha un nuovo management, giovane, rappresentato dai fratelli Burnengo, ed è impegnata anche nel campo delle nuove tecnologie. Sempre ovviamente applicate alla moto.