Jonathan Rea vuole concludere la stagione da dominatore: non pago di aver conquistato il terzo titolo mondiale con ampio margine d'anticipo, sotto i riflettori che illuminano a giorno il circuito di Losail il portacolori del Kawasaki Racing Team ha firmato la pole position con un giro in 1’56.228, rifilando oltre quattro decimi ad Alex Lowes. In terza posizione il suo compagno di squadra Tom Sykes, che ha siglato il miglior giro accusando oltre 8 decimi di ritardo dal giro perfetto di Rea.

Xavi Fores è il pilota più veloce sulle Ducati, benché sia sulla moto non ufficiale del Barni Racing Team: lo spagnolo ha siglato il quinto miglior tempo, piazzandosi tra i due piloti del team Milwaukee Aprilia  Lorenzo Savadori, autore del quarto crono, e Eugene Laverty, sesto.

Michael van der Mark, portacolori del team Yamaha ha spuntato il settimo tempo davanti alle due Ducati di Chaz Davies e Marco Melandri, che partiranno dalla terza fila, con Chaz Davies che avrà l’obiettivo di battere Sykes per il secondo posto in campionato. Melandri è stato rallentato da problemi tecnici che gli hanno impedito di risalire la classifica.

Soltanto decimo il campione del mondo 2014 Sylvain Guintoli alla guida della Kawasaki ZX-10RR del Kawasaki Puccetti Racing team (che aveva ottenuto il primo posto assoluto in SP1). Jordi Torres su BMW del team Althea e Leon Camier su MV Agusta Reparto Corse completano la quarta fila.

Tutta italiana la quinta fila con De Rosa, Andreozzi e Giugliano, primo delle Honda.

Qui i tempi della Superpole.