L'americano PJ Jacobsen è impaziente di fare il "grande salto" nel mondiale Superbike del prossimo anno, con il team satellite ufficiale Triple M Honda (leggi qui). Il vicecampione del mondiale Supersport ha 24 anni e attende con impazienza la sfida futura. Il primo test dovrebbe essere a gennaio.
 
"Penso che sia il momento per fare il passaggio, sarà bello. Sono emozionato!", ha dichiarato Jacobsen in un'intervista a WorldSK.com.
“Non ho aspettative, so che alcune persone se le fanno ma non ne avrò troppe", dice. "Ci sarà molto da imparare il prossimo anno, e sarà un anno difficile. Ho già guidato una Superbike nel British Superbike e nella 8 Ore di Suzuka con Honda, e sarà bello tornare a guidarla. Sarà un grande anno di apprendimento ma sono emozionato, non ho aspettative e farò il meglio che potrò”.
L'americano ha avuto una stagione difficile, ma dovrà iniziare il 2018 con un approccio positivo.
“Sì, certo, non ho troppa pressione e farò del mio meglio. Bisogna restare positivi, ho un anno difficile davanti a me ma non sono la persona che perde fiducia, è necessario continuare ad averla. Un pilota felice è un pilota veloce come dicono, quindi spero di poter essere felice per tutto l'anno, andare avanti e continuare a provarci”.
 
LA FIREBLADE DIVENTERA' FORTE - Jacobsen è molto fiducioso sul potenziale della moto. “Non so come sia la moto, l'ho vista solo da fuori finora", dice Jacobsen. "Penso che la Fireblade diventerà molto forte molto presto, soprattutto con alcuni nuovi piloti. Voglio solo salire sulla moto, iniziare a provarla e vedere com’è. Non so cosa aspettarmi, facendo ora questo passaggio ed essendo un pilota nuovo per questa moto”.
“Non potrò mai ringraziare abbastanza Honda Europe e Honda Japan", aggiunge Jacobsen, "E' bello essere in una squadra ufficiale satellite e sono davvero contento della fiducia che Honda ha riposto in me. Cercherò di fare il meglio possibile, è bello essere con questo produttore e non vedo l'ora di iniziare”.
 
Guidare nel WorldSBK significa che Jacobsen potrà correre a Laguna Seca, sul suo circuito di casa.
“Sono stato a Laguna Seca un paio di volte, ma sarà fantastico correre negli Stati Uniti e in particolare nel campionato del mondo", dice Jacobsen. "Sarà una bella sensazione, sono entusiasta per questo e per l’anno che mi aspetta, non vedo l’ora che tutto inizi”.