Dopo un 2017 in cui le Kawasaki hanno conquistato il predominio assoluto nel mondiale Superbike, questa stagione non è iniziata al meglio per il campione in carica Jonathan Rea.

INIZIO IN SALITA - Il pilota nordirlandese ha ottenuto la prima vittoria della stagione in Gara1 in Thailandia, per poi abbandonare subito il podio con il quarto posto della seconda gara. È il risultato più scarso che Jonathan Rea ha ottenuto dal 2015, nonostante i suoi sessantanove punti totali lo confermino leader della classifica complessiva, con due punti di vantaggio su Marco Melandri. 

Il prossimo appuntamento della stagione è atteso sul tracciato spagnolo di Aragon dal 13 al 15 aprile, prima tappa europea del mondiale Superbike. Il passato di Jonathan Rea su questo circuito è molto positivo: sempre in sella alla Kawasaki il pilota nordirlandese ha concluso sul podio ognuna delle gare disputate a MotorLand Aragon, vincendone due.

CONCENTRATO SULLA MOTO - “Aragon è un gran circuito e mi piace molto correrci, anche se in questo momento dell’anno le condizioni del tempo sono generalmente piuttosto fresche”, ha dichiarato Jonathan Rea. “Lo scorso anno è stato interessante lottare con le Ducati per vedere i loro punti di forza nei diversi settori, ma in questa stagione dobbiamo concentrarci su come si comporta la nostra moto per capire quanto possiamo essere competitivi”, ha continuato il campione in carica.

Siamo ottimisti perché passo dopo passo comincio a sentirmi meglio in sella e a capire cosa è necessario per essere veloci in questa stagione. Sarà importante essere forti ad Aragon e, con Assen che arriva subito dopo, questa fase potrebbe essere la più importante del campionato. Gareggiare in Europa mi farà sentire un clima più familiare e normale, quindi non vedo l’ora di vedere cosa ci riserverà questo weekend”, ha concluso Rea.