Jonathan Rea è sempre più lanciato in solitaria in vetta alla classifica del mondiale Superbike: sul circuito di Portimao il nordirlandese del Kawasaki Racing Team ha messo a segno una splendida doppietta, inanellando la sua sesta vittoria consecutiva. Il successo è arrivato dopo un grande duello con Chaz Davies durato per due terzi di gara. Poi, però, sul podio con Rea sono saliti Michael van der Mark e Marco Melandri.

LA GARA - Rea è stato autore di una grande partenza che lo ha portato fino alla terza posizione al primo giro, mentre Davies e Tom Sykes hanno mantenuto le proprie posizioni in griglia, la prima e la seconda. Poi, già nelle prime fasi il  nordirlandese ha passato il compagno di squadra ed è iniziato il confronto con Davies. E’ stato un duello serrato: all’inizio dell’ottavo giro, Davies ha difeso la posizione all’uscita della prima curva; due giri dopo Rea è tornato a sferrare l’attacco, ma il pilota Ducati ha risposto ancora. Intanto Melandri ha iniziato ad avvicinarsi, insieme van der Mark.

Al 12esimo giro Davies è stato protagonista di un “largo” ed è stato sorpassato dalla Kawasaki senza riuscire a rispondere. Anche Melandri ha tentato il sorpasso sul compagno di squadra sul rettilineo principale per conquistare la seconda posizione, ma entrambi sono finiti larghi: l’olandese della . Yamaha li ha superati entrambi, conquistando agevolmente il secondo posto.

Melandri ha tagliato il traguardo in terza posizione. Per l’italiano è il terzo podio consecutivo. Il passo di Davies invece è crollato a metà gara, ma è riuscito a mantenersi davanti a Tom Sykes, agguantando la quarta posizione e chiudendo un buon fine settimana, considerate le condizioni fisiche.

LA TOP TEN - Lorenzo Savadori sulla Milwaukee Aprilia ha conquistato il sesto posto, davanti al compagno di squadra Eugene Laverty. Michael Ruben Rinaldi è stato il miglior pilota indipendente in pista a Portimao, con l’ottava posizione al traguardo.

Loris Baz ha chiuso Gara 2 in nona posizione, precedendo Xavi Fores.

Qui la classifica di gara2.