I 4,4 chilometri del circuito di Nevers Magny Cours potrebbero rappresentare il palcoscenico per i festeggiamenti del quarto titolo mondiale di Jonathan Rea. Ma è anche un tracciato che si adatta bene ad alcuni suoi rivali e sicuramente non sarà un weekend facile per nessuno.

In Francia si correrà l’ultimo round europeo della stagione: il mondiale, infatti, approderà poi sul nuovo circuito dell’Argentina per concludersi in Qatar nel weekend del 27-28 ottobre.

Ma Rea potrebbe diventare campione del mondo 2018 già dopo la gara1 del sabato se si verificassero alcune circostanze: dovrebbe vincere e Chaz Davies non dovrebbe arrivare oltre la terza posizione.

Il nordirlandese ha trascorsi positivi in Francia: è salito sette volte sul podio, di cui tre sul gradino più alto. In sella alla Kawasaki ZX-10RR, Rea quest’anno è apparso sempre a suo agio, quindi sarà difficile fermarlo. Nel 2017 a Magny Cours ha vinto gara1 ed è rimasto fuori dal podio in gara2.

LA VARIABILE DAVIES - L’unico che potrebbe rallentare la corsa al titolo di Rea è Chaz Davies, che sta ancora recuperando dall’infortunio alla clavicola procuratosi durante la pausa estiva. Lo scorso fine settimana in Portogallo Davies è stato però autore di una prestazione strabiliante, con due quarti posti. Non sarebbe una sorpresa vederlo lottare fino alla fine al prossimo appuntamento. Il 31enne vanta tre vittorie nelle ultime quattro gare disputate a Magny-Cours, perciò vorrà fermare la rincorsa al titolo di Rea.

C’E’ ANCHE VAN DER MARK - Ancora in lotta per il mondiale Michael van der Mark, sulla Yamaha ufficiale. Il giovane olandese ha disputato fino ad ora un’ottima stagione al suo secondo anno con Yamaha e questo weekend correrà su un circuito di cui ha bei ricordi. Ma l’unico vero obiettivo di van der Mark è di conquistare la seconda posizione in classifica. In Portogallo ha recuperato 10 punti a Davies ed ora è a 20 punti dal secondo posto.

Una cosa è certa: il round francese è da non perdere. Qui gli orari tv.