“L’accoglienza che ho ricevuto in Thailandia, specialmente durante la visita allo stabilimento Ducati, è stata fantastica”, ha detto Marco Melandri. Dopo il weekend di gare, infatti, il pilota ravennate gara ha fatto visita allo stabilimento Ducati Motor Thailand accompagnato dall’ingegner Ernesto Marinelli, direttore del progetto Ducati Superbike.

Il pilota italiano ha voluto incontrare i dipendenti di Ducati Thailand e visitare la fabbrica di Rayong, dove ha ricevuto una calorosa accoglienza da parte di tutti. Insieme al Managing Director Ducati Tahiland, Gabriele Piaggio, Marco Melandri e Marinelli hanno visitato tutti i reparti del sito produttivo e sono stati disponibili per le tante richieste di foto e autografi da parte di operatori e management.

Ducati Thailand è stata una piacevolissima sorpresa e l’atmosfera decisamente unica e speciale; lo stabilimento è veramente bello e all’avanguardia per quanto riguarda la qualità delle moto prodotte e le competenze di ogni singolo operatore e impiegato", ha aggiunto Melandri. "Mi sento veramente orgoglioso di essere parte della grande famiglia Ducati e fiero di rappresentare questo Marchio sui circuiti di tutto il mondo”.

Costruito per far fronte alle necessità del mercato asiatico, lo stabilimento tailandese Ducati occupa una superficie di 22.000 metri quadrati ed è in grado di produrre l’intera gamma di modelli della Casa motociclistica bolognese mantenendo gli elevati standard di qualità che caratterizzano le moto prodotte a Borgo Panigale.

Finita la visita in Ducati Motor Thailand, Ernesto Marinelli e Marco Melandri sono rientrati in Italia in attesa di tornare in pista per il terzo round del Campionato Mondiale Superbike che si svolgerà sul circuito spagnolo di Aragon, in programma per l'1 e il 2 aprile.