La prima vittoria stagionale nel campionato Superbike della Ducati e di Chaz Davies non è arrivata nemmeno oggi, per una scivolata a due giri dalla fine mentre infuriava la battaglia con Jonathan Rea. I due hanno fatto una gara a sé stante praticamente dall’inizio alla fine, con il solo Melandri che ha provato a rimanere attaccato e Sykes che li guardava più da lontano, non riuscendo nemmeno a seguire da vicino la Ducati numero 33. Sin dalle prime fasi si era capito che i primi due si sarebbero marcati stretti per tutta la gara e così è stato, con qualche pausa per riprendere fiato e poi lunghi scambi di sorpassi e controsorpassi.

In tutte queste fasi, però, Rea è sembrato sempre meno “impiccato” di Davies, sebbene le due moto mostrassero i loro punti di forza in aree del circuito differenti, rendendo di fatto impossibile la fuga sia dell’uno che dell’altro. Tutte le volte che Rea ha provato a passare, Davies si è sempre rimesso davanti, ma con il progressivo degrado delle gomme l’arduo compito del pilota Ducati è diventato sempre più difficile, fin quando il pneumatico anteriore ha detto basta.

Davies, peraltro, non è nemmeno riuscito a ripartire e a portare a casa qualche punto per la classifica. Così Rea ha vinto la quinta gara su cinque e imprime subito un certo indirizzo al campionato. Fuori dal podio si piazzano le due Yamaha R1 di Lowes e Van Der Mark, seguite dalla BMW S 1000 RR di Torres e dalle Aprilia RSV4 di Mercado e Laverty. Chiudono la top ten le Honda CBR1000RR di Bradl e Hayden. Tra i ritirati spicca Fores che ha avuto un problema tecnico con la sua moto che è andata a fuoco a quattro giri dalla fine mentre si trovava in quinta posizione.

qui i risultati completi