Chiuso il week-end di gare, i piloti della Superbike si sono fermati un giorno in più sulla pista di Aragon per prendere parte al test ufficiale (organizzato dalla Dorna) utile per migliorare la messa a punto in vista dei prossimi round..
 
KAWA PER LA PERFEZIONE - Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), che si è assicurato una prima e una seconda posizione nelle due gare del week-end, lavorerà su alcuni punti deboli riscontrati (nonostante le cinque vittorie) sulla sua ZX-10RR. Il suo compagno di squadra Tom Sykes, non al meglio della condizione fisica, lavorerà sulla reazione della moto in ingresso curva.
 
HONDA PER UNA BUONA BASE - Il Red Bull Honda World Superbike Team ha alcuni nodi importanti da affrontare. Questioni che hanno reso difficile l’inizio di stagione: Nicky Hayden e Stefan Bradl sperano di lavorare sull’elettronica per migliorare le prestazioni delle loro Fireblade SP2 in vista del quarto round stagionale in programma a Assen. Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) cercherà di fare qualche passo in avanti con il suo team su una RSV che nel terzo round non si dimostrata all’altezza delle principali avversarie.
 
MELANDRI PER L’ANTERIORE - Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) è stato protagonista di un buon week end al MotorLand e lavorerà sulle gomme per migliorare la prestazione della supersportiva tedesca nella parte iniziale della gara. Gli alfieri Ducati, Chaz Davies e Marco Melandri saranno impegnati con le Panigale: Melandri punta a migliorare il feeling con l’anteriore mentre Davies lavorerà sul passo generale.
 
YAMAHA PER IL PODIO - Al Pata Yamaha Official WorldSBK Team mancano ancora pochi passi per salire sul podio e nel corso della giornata di test faranno poche piccole modifiche sulla YZF-R1 per correre definitivamente con il gruppo di testa. Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) passerà la giornata di test cercando di risolvere i numerosi problemi tecnici che l’hanno rallentato fino a questo momento, con l’obiettivo di farsi trovare “pronto” ad Assen.