La caduta nella quale è incappato lo scorso anno a Misano ha complicato non poco la vita di Markus Reiterberger. Il tedesco aveva riportato due fratture alle vertebre T10 e T12 e da quel momento ha lottato per recuperare la condizione fisica e tornare in sella alla BMW S 1000 RR, cosa che ha fatto sempre l’anno scorso. La stagione 2016 l’ha terminata con la decima posizione finale e Reiterberger ha fatto fatica in questo inizio di campionato 2017, ottenendo il suo miglior risultato, un decimo posto, in Gara2 al MOTUL Thai Round.
L’Althea BMW Racing Team ha annunciato che Markus Reiterberger non prenderà parte al resto della stagione 2017 del MOTUL FIM Superbike World Championship; il giovane tedesco ha deciso di concentrarsi completamente sul suo recupero e non sarà presente al quarto round stagionale, che si disputerà dal 28 al 30 aprile al TT Circuit Assen.
UNO STOP PER RECUPERARE - “Dopo aver fatto delle attente valutazioni ho deciso di interrompere la mia partecipazione al campionato Mondiale Superbike", ha spiegato Reiterberger. "Dopo aver iniziato molto bene la stagione 2016, quest’anno non sono stato in grado di continuare ad ottenere buoni risultati. Ho quindi scelto di fermarmi per dedicarmi al mio completo recupero ed alla mia carriera motociclistica.
"Ho apprezzato molto l’esperienza che ho potuto trascorrere nel mondiale Superbike con l’Althea BMW Racing Team e adesso non vedo l’ora di poter affrontare nuove sfide", ha aggiunto Reiterberger. "Sento la necessità di ringraziare i miei sponsor, per avermi permesso di partecipare al Mondiale. BMW Motorrad per la loro fiducia e passione. Ringrazio anche tutto lo staff del team Althea BMW Racing per il loro lavoro. Sono sempre stato sostenuto in modo positivo dai miei amici, dalla mia famiglia e dai miei tifosi e sono a tutti molto riconoscente. Era sempre stato il mio sogno gareggiare nel Mondiale Superbike e, grazie all’esperienza che ho avuto, mi impegnerò al massimo per poterci ritornare”.
UN ATLETA DI SPESSORE - “Sono molto dispiaciuto di dover fare questo annuncio, ritenendo Markus un atleta di grande spessore ed un talento sicuramente molto forte, che potrebbe sposarsi bene con la categoria della Superbike", ha aggiunto Genesio Bevilacqua, Althea BMW Racing Team manager. "Purtroppo si è complicato tutto con l’incidente del quale è stato vittima a Misano e dopo il quale non è più riuscito a recuperare pienamente quella fiducia che lo aveva contraddistinto nella prima parte del campionato 2016.
"Credo che questa decisione lasci tutti un poco dispiaciuti, me personalmente, tutto il team Althea e anche la BMW, ma credo che sia normale che ora lui voglia cercare un po’ di tranquillità. Markus ha solo 23 anni ed ha quindi tutto il tempo per recuperare e per rifarsi al più presto. Non posso fare altro che ringraziarlo per tutto l’impegno che ha profuso durante la sua permanenza nel team Althea, e noi tutti gli facciamo un grosso in bocca al lupo, affinché torni al più presto più forte di prima, con qualsiasi moto. Potrà senza dubbio ritrovare la condizione fisica indispensabile per affrontare al meglio il suo futuro".