“La mia stagione al momento non è buona. Abbiamo faticato molto e spero di migliorare", è l'analisi lucida di Alex De Angelis. 

Approdato al mondiale Superbike la scorsa stagione, dopo un brutto incidente in MotoGP nel 2015, Alex De Angelis sta studiando come migliorare i suoi risultati della stagione, sulla Kawasaki del team Pedercini.
 
Il pilota di San Marino, infatti, non è andato oltre l’undicesima posizione sia in Australia che in Thailandia, arrivando comunque sempre a punti. L'obiettivo però è di entrare nella top 10. 

PROBLEMA GOMME - "Ci siamo assicurati due undicesime posizioni e speriamo di poter arrivare alla decima posizione in molte gare", dice De Angelis. "Non siamo ancora abbastanza vicini. Dobbiamo migliorare il funzionamento della moto con le gomme, quindi forse nella prossima gara ad Assen useremo l’opzione più morbida, che potrebbe rappresentare per noi un grande passo in avanti. Inoltre ci manca un po’ di velocità, ma il modo in cui la moto attraversa la curva è buono”.

Cambiare team può avere un grande impatto sulle prestazioni, ma il 33enne sanmarinese ha dichiarato che la differenza non è stata così forte in questa stagione.
“Non è stato un grande cambiamento dallo scorso anno a questo: sono due team italiani ed è un bene per me. La grande differenza è la moto; se paragoni Aprilia a Kawasaki sono completamente diverse. Aprilia ha un motore molto veloce, non ero a mio agio con il telaio, ma la Kawasaki è l’opposto, conclude De Angelis.