Al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” è andata in scena una delle gare più “drammatiche” (sportivamente parlando) degli ultimi anni. Tom Sykes (Kawasaki) si è ritrovato primo sotto la bandiera a scacchi dopo quattro scivolate avvenute nelle ultime fasi. Con l’inglese sul podio sono saliti Alex Lowes (Yamaha) e Jonathan Rea (Kawasaki).
 
KO I DUE RIVALI - Il momento che ha deciso la gara è andato in scena all’ultimo giro: Chaz Davies (Ducati) è scivolato mentre era in testa a tre curve dalla fine ed è stato colpito da Rea (che lo seguiva a pochi metri di distanza): mentre il nordirlandese che è stato in grado di ripartire e concludere la gara in terza posizione (dietro al vincitore Sykes e a Lowes), Davies è stato trasportato in ospedale per accertamenti.

SFORTUNA MELANDRI E VAN DER MARK - Poche curve prima della doppia caduta, era stato invece Marco Melandri (Ducati, terzo fino a quel momento) a finire fuori pista e concludere poi in 15esima posizione. Molti rimpianti anche per Michael van der Mark (Yamaha): l’olandese è stato leader (solitario) della gara fino al 14esimo giro, quando è scivolato alla curva 13. A completare la top five i due spagnoli Jordi Torres (BMW) e Xavi Fores (Ducati), con le due moto private Althea e Barni. Seguono Eugene Laverty,  Randy Krummenacher, Roman Ramos, Lorenzo Savadori e Raffaele de Rosa. Da segnalare i ritiri di Stefan Bradl, Leandro Mercado e Riccardo Russo.