In vista della seconda metà stagionale il team Kawasaki, leader del mondiale Superbike sia nella classifica piloti che in quella costruttori, ha svolto due giorni di test sulla pista del Lausitzring, che fra meno di tre settimane sarà il teatro del nono round della stagione.

Il campione del mondo in carica Rea ha sfruttato il tempo a disposizione sui 4.255 km del circuito e si è dichiarato soddisfatto dei risultati nonostante la pioggia scesa nella seconda giornata. Con un chiaro programma da seguire nei due giorni il nord-irlandese ha potuto lavorare su tutti gli aspetti previsti prima che arrivasse la pioggia a fermare il lavoro il pista.
Il round dell’anno scorso al Lausitzring aveva riservato un fine settimana difficile per Rea, che era caduto i gara1 prima di vincere in gara2, ma quest’anno con la buona messa a punto, sarà difficile batterlo dal 18 al 20 agosto su questo tracciato.
“Dopo l’anno scorso è stato molto importante fare questo test al Lausitzring”, ha spiegato Rea. “Abbiamo svolto un test funzionale per KHI e abbiamo valutato alcune idee per il telaio e per la sospensione anteriore. Il meteo è cambiato dopo il pranzo, come ci aspettavamo, e abbiamo così chiuso il box.
"Abbiamo potuto valutare tutti gli elementi del piano prima che piovesse grazie al buon programma di Pere. Ieri abbiamo anche potuto eseguire una simulazione di gara ed è bello vedere che abbiamo migliorato la base complessiva della moto rispetto allo scorso anno”.